Ogni azienda si trova per forza di cose a dover affrontare gli aspetti di natura finanziaria della propria attività. La gestione dei flussi di denaro che entrano ed escono dall’azienda è ovviamente una priorità, indipendentemente dalla natura dell’impresa, in quanto la sopravvivenza stessa di quest’ultima si basa su tali flussi.

 Per questo motivo è fondamentale conoscere la disciplina che si occupa della gestione del denaro per l’impresa, cioè la finance aziendale (o corporate finance). Nei prossimi paragrafi vedremo cosa si intende per finance, a cosa serve e perché tutte le aziende che si rispettino dovrebbero conoscerne approfonditamente gli aspetti principali.

La finance aziendale: definizione

Per finance aziendale si intende quella materia che si occupa di analizzare la gestione degli strumenti per l’ottenimento del capitale aziendale. Infatti, affinché una attività sia fruttuosa, deve necessariamente considerare il mercato in cui opera, individuare le migliori operazioni da intraprendere, attuare una valutazione degli investimenti più proficui e vantaggiosi.

Ogni qualvolta si presenti la necessità di fare delle scelte e di prendere delle decisioni di natura finanziaria, la finance aziendale entra dunque in gioco. Le tecniche, i principi e gli strumenti che la compongono sono molti, ma tutti sono accomunati dallo stesso fine ultimo, cioè il miglioramento del valore aziendale.

 Gli investimenti di impresa sono uno degli elementi di analisi di questa disciplina. È proprio attraverso gli investimenti che una azienda definisce infatti il suo sviluppo futuro. Per questo motivo la finance assume un ruolo fondamentale nella definizione del percorso da intraprendere: tramite modelli e strumenti di varia natura si occupa di identificare quali sono le migliori opportunità di investimento per l’azienda e come queste possano essere sfruttate al meglio.

 La finance supporta quindi l’azienda nelle decisioni da intraprendere relative al capitale in senso stretto, ma non solo. Si occupa infatti anche di delimitare il rischio di impresa e di identificare le coperture finanziarie per gli investimenti.

 A cosa serve la finance

La finance viene generalmente considerata il tesoriere dell’azienda. Come abbiamo visto, da questa materia dipende l’amministrazione di tutte le risorse aziendali e dalle decisioni ad esse collegate. Si passa dalla gestione del rischio di impresa a quella dei flussi finanziari, dall’identificazione degli investimenti fino ad arrivare alle tecniche di incremento della capacità produttiva.

Come è sempre bene ricordare, l’aspetto finanziario rimane di primaria importanza per ogni azienda che si definisca tale. Senza la creazione di valore non si può avere un aumento di denaro, che è il fine ultimo dell’azienda e senza il quale essa non può sopravvivere. Ed è qui che entra in gioco la finance con tutte le tecniche che la compongono.

Metodi di finance aziendale

Arrivati a questo punto è lecito domandarsi: quali sono i tipi di finanza d’impresa? Quali sono i metodi di finance utilizzati? E da chi farsi supportare per ottenere un vantaggio sulla concorrenza?

I tipi di finance possono essere di varia natura. In generale le due principali tecniche utilizzate per la gestione e l’incremento del capitale sono la raccolta e l’investimento di fondi. Tuttavia, proprio per l’elevata numerosità e la complessità delle tecniche utilizzate, la cosa migliore è farsi supportare nella gestione finanziaria da esperti del settore.

Un esempio è la MAB & Co., azienda fondata da Andrea Podda e Giada Melis che si occupa proprio di questo. Si tratta di un’impresa che accompagna gli imprenditori attraverso il percorso di sviluppo manageriale, finanziario e indirizzato ai processi di innovazione e riorganizzazione aziendale.

L’approccio della MAB & Co di Andrea Podda e Giada Melis  è molto pratico e si caratterizza per un metodo rodato ed efficace: accompagnare l’imprenditore lungo il percorso di sviluppo della propria impresa, focalizzandosi tra le altre cose proprio sulla formazione relativa alla gestione delle risorse finanziarie.

La consulenza può dunque rappresentare una soluzione molto pratica per i problemi di natura finanziaria delle aziende. Farsi accompagnare da un consulente esperto lungo il percorso da intraprendere e in relazione agli investimenti più convenienti su cui puntare può far risparmiare tempo e risorse.

In definitiva, le tecniche e i metodi tipici della finance sono molti e complessi. La consulenza aziendale può rappresentare il primo investimento da intraprendere, per poter acquisire le competenze necessarie alla gestione autonoma delle proprie risorse finanziarie. L’affiancamento di consulenti esperti, secondo un approccio più pratico che teorico, permette infatti di crescere sul mercato, soprattutto attraverso la capacità di identificare le migliori opportunità di investimento.