Un "flash" della passata edizione di Pitti Uomo

La prossima stagione autunno inverno 2009-2010 vede protagonista il perfetto connubio tra la tradizione, con i suoi colori classici e le fibre nobili, e l’attualità fatta di sperimentazione e di tecniche all’avanguardia per permettere all’uomo moderno di interpretare al meglio il lusso come passione. La ricerca di certezze e serenità porta sempre più aziende a puntare sull’estremizzazione del concetto di qualità che, se per qualcuno è sinonimo di capi quasi anacronistici realizzati in Principe di Galles o pied de poule, per altri significa invece design di forme e volumi senza fossilizzarsi per forza sulla salvaguardia della “classicità” senza tempo, molto apprezzata nell’arte e nell’architettura, ma un po’ meno nell’abbigliamento. Anche se, ciclicamente, siamo tutti disposti a “rispolverare” qualche capo o qualche accessorio vintage che fa tanto chic. E i colori... spaziano dalle innumerevoli tonalità del grigio, del più eterno dei blue e dell’ineguagliabile nero, fino alle sfumature più tenui dei rosa, pervinca, ciclamino e violetta, senza dimenticare la naturalezza regalata da un tocco di sabbia, beige o dal più deciso color cioccolato!Nel mondo della moda, soprattutto quella dedicata al gentleman, molto spesso si fa riferimento a modelli del mondo dello spettacolo, del cinema, della politica e dello sport non solo di oggi, ma anche del passato. Ed ecco fare capolino tra le icone di stile, intramontabili miti di eleganza elitaria ma mai ostentata, come Cary Grant, Paul Newman e Sean Connery... sembra che negli anni il fascino di questi protagonisti non vada scemando come accade invece per le tante meteore che transitano nel cielo più attuale.