Moda grande passione degli italiani, anche on line. In Italia negli ultimi 12 mesi quattro online shopper su dieci hanno acquistato almeno un prodotto di abbigliamento, spendendo in media 200 euro a testa. A certificarlo i dati che emergono dall’Ecommerce Report, lo studio realizzato da ContactLab in collaborazione con Netcomm, che si inserisce nel più ampio progetto dello European Digital Behaviour Study 2013, la ricerca sulle abitudini degli utenti internet italiani ed europei.

L’indagine (qui il testo completo) incorona l’abbigliamento come il segmento più amato dagli acquirenti online. Seguono i servizi di biglietteria e trasporti, per i quali gli online shopper spendono molto, nell’ultimo anno ben 390 euro.

Ma chi sono questi online shopper italiani? Sono il 34% degli utenti internet, che oltre a informarsi online su prodotti e brand (lo fa l’89% dei navigatori) e a controllare l’email (lo fa il 99% degli italiani), comprano online prodotti e servizi. Distaccandosi purtroppo in senso negativo dall’Europa: in Inghilterra nove utenti inglesi su dieci acquistano online, in Spagna lo fa un utente su due. Il dato, seppur lontano dalle numeriche europee, è sicuramente sintomo di una forte potenzialità di crescita ancora tutta da esprimere rispetto agli altri Paesi oggetto dell’indagine: l’8% dei non acquirenti online dichiara di avere intenzione di fare il suo primo acquisto nei prossimi 12 mesi; a questi utenti si aggiunge un ulteriore 50% di utenti disposti a comprare online, anche se non sanno ancora esattamente quando. Di più, va confermandosi un circolo virtuoso per cui chi già acquistava, non solo in Italia ma in tutti i Paesi oggetto dell’indagine, nell’ultimo anno lo ha fatto per sua stessa ammissione più spesso e con maggiore varietà.

Accelerazione dell’acquisto in mobilità: lo ha fatto il 7% degli utenti internet negli ultimi 3 mesi In Italia un utente su due ha in famiglia uno smartphone, uno su quattro un tablet: il mobile è diffuso capillarmente nelle case degli italiani, tuttavia il possesso non necessariamente ne comporta l’utilizzo. Secondo il dato ContactLab/Netcomm, infatti, solo un utente Internet su tre (34%) lo ha utilizzato realmente per connettersi in rete. Consultare la propria casella di posta (82%), postare sui social network, ricercare informazioni su brand e prodotti (61%) ma anche acquistare online, le attività effettuate una volta connessi.Tra questi utenti connessi via mobile, chi ha utilizzato smartphone o tablet per acquistare online negli ultimi 3 mesi è per ora il 20%.

Un continente nottambulo che compra dai siti specializzati La ricerca mostra una sempre più netta preferenza degli online shopper italiani a concentrare gli acquisti in un determinato momento della giornata: il picco si registra in particolare nelle fasce serali, dopo il lavoro e dopo cena. In tutti i Paesi si registra una tendenza analoga, anche se leggermente spostata verso la prima serata (19-20) soprattutto nel Regno Unito e in Germania.