©  David Cannon/Getty Images Sport

Tiger Woods e Arnold Palmer dopo la consegna del trofeo per la vittoria all'Arnold Palmer Invitational 2013

Tiger Woods ha vinto l'Arnold Palmer Invitational 2013 al Bay Hill Club & Lodge, a Orlando in Florida, dove era tornato alla vittoria lo scorso anno dopo 923 giorni dall'ultimo torneo conquistato. E con la vittoria Tiger Woods si riprende la prima posizione della OWGR, la classifica mondiale del golf (Official World Golf Ranking). La storia di Tiger Woods è stata molto travagliata in questi ultimi anni, è uscito dalla top 50 del mondo del golf il 2 ottobre 2011, dopo essere rimasto per 778 settimane nei primi 50 al mondo e per 623 settimane al comando della classifica. Ha avuto problemi fisici al ginocchio pluri-operato e poi al tendine d'Achille, si è ritirato dopo 9 buche al The Player Championship a maggio 2011 ed è rimasto a lungo lontano dalle gare di golf. Tutto il gossip mondiale si è interessato alla sua separazione milionaria dalla moglie Elin Nordegren, ai suoi tradimenti e alle mille frequentazioni femminili. Era tornato al successo il 25 marzo 2012 all'Arnold Palmer Invitational, poi a giugno a vinto il The Memorial Tournament, a luglio ha conquistato l'AT&T National, e nei mesi successivi si è piazzato sei volte nella top ten delle gare giocate. A novembre però l'attenzione delle cronache rosa si è di nuovo concentrata su Tiger Woods e sulla, allora presunta, love story con la sciatrice Lindsey Vonn. Poi è venuta la rivalità con Rory McIlroy, nuovo alfiere dello sponsor Nike, e numero uno della classifica mondiale. E a gennaio nella prima gara della stagione 2013 Tiger non ha passato il taglio ad Abu Dhabi, così come Rory. I buoni risultati dei mesi precedenti sui green sembravano essere stati un fuoco di paglia. Ma il campione americano ha smentito tutti i suoi detrattori vincendo il Farmers Insurance alla fine di gennaio e il WGC Cadillac Championship il 10 marzo. E dopo una settimana ha annunciato il fidanzamento con Lindsey Vonn, su Facebook e su Twitter. Per concludere il mese di marzo è arrivata la vittoria all'Arnold Palmer Invitational e il primo posto della classifica mondiale del golf ai danni del "rivale" Rory McIlroy. Il prossimo importante appuntamento che attende Tiger Woods è il Masters ad Augusta, in Georgia, dal 11 al 14 aprile 2013, torneo che Tiger Woods ha già conquistato nel 1997, 2001, 2002 e 2005.

La vittoria di Tiger Woods all'Arnold Palmer Invitational 2013 è arrivata con lo score di 275 colpi, tredici sotto il par, 69-70-66-70. A contendere il successo a Tiger Woods è stato, fino alla buca 15 del quarto giro, Rickie Fowler, a due colpi di distanza. Ma nel lago del par 5 alla buca 16, Rickie Fowler ci ha lasciato una prima palla con il secondo colpo, e una seconda con il quarto, dopo la penalità. Con il sesto colpo Fowler è arrivato al green e chiuso con triplo bogey. Terminata la buca 16 e persa ogni possibilità di aggiudicarsi il torneo Rickie Fowler, sconfortato, si è girato verso il lago e ha buttato la terza palla in acqua.

Justin Rose ha conquistato il secondo posto della classifica con 277 colpi, 65-70-72-70, in terza posizione con 280 colpi Mark Wilson (71-68-70-71), Keegan Bradley (74-69-66-71), Gonzalo Fernandez Castano (69-71-68- 72) e Rickie Fowler (73-67-67-73).

Francesco Molinari ha terminato l'Arnold Palmer Invitational 2013 al trentaquattresimo posto della classifica, 288 colpi, par del campo. Per Francesco la prima giornata di gioco è stata piuttosto negativa con lo score di 75 colpi, con due doppi bogey. Nel secondo giro Francesco Molinari ha giocato in 71 colpi, ancora meglio ha fatto nel terzo con 70 colpi. Ha cominciato molto bene anche il quarto giro uscendo con -2 dalle prime nove buche, purtroppo Francesco ha giocato un doppio bogey alla buca 11 che ha rovinato la bella prestazione, punteggio totale 72 colpi, par.