magnum Romanée-Conti 1981

Risultato sopra le aspettative per la prima asta Bolaffi dedicata ai vini rari e pregiati realizzata in collaborazione con Slow Food Editore a metà novembre; circa il 90% delle 4 mila bottiglie presenti in catalogo sono state vendute, portando a un incasso complessivo di 600 mila euro, pari al doppio della base d’asta complessiva.

Tra le bottiglie singole i top lot sono stati della cantina di Luigi Veronelli: la magnum Romanée-Conti 1981, che partiva da una base di 3.500, è stata battuta a 13.750 euro (diritti inclusi) e la rara bottiglia “numero 1” di Romané-Conti 1965 è passata di mano per 7.500 euro; sempre a 7.500 euro è stata aggiudicata la ricercata bottiglia di Richebourg 1983 di Henry Jayer, maestro della viticoltura di Borgogna.