Il Brunello di Montalcino Riserva 2004 di Castello di Romitorio, sullo sfondo un'opera di Chia

Il miglior vino rosso è italiano ed è un Brunello, più precisamente il Brunello di Montalcino Riserva 2004 prodotto dall’azienda vitivinicola Castello Romitorio di Sandro Chia. Ad assegnare il riconoscimento il concorso inglese “International Wine Challenge”.
Tra gli oltre 10.000 vini esaminati a spuntarla, tra i rossi, è stato proprio il vino della cantina di Montalcino. La giuria, composta da centinaia tra i migliori degustatori al mondo, ha giudicato il Brunello di Montalcino Riserva 2004 prodotto dalla cantina di Sandro Chia come il vino rosso più buono. “Un vino potente, importante. Maschio”
Il vino, prodotto dalla cantina di uno degli artisti italiani di transavanguardia più quotati nel mondo, è una vera e propria opera d’arte. L’etichetta è firmata dallo stesso produttore-artista che, a proposito del duplice impegno, ha dichiarato: “Creo vini con la stessa passione con la quale dipingo”.
Le soddisfazioni che arrivano dall’International Wine Challenge non finiscono qui. L’Italia ha da festeggiare anche per un altro riconoscimento: ha ottenuto la Gran Menzione il “Concerto”, Lambrusco Reggiano doc dell’Azienda Medici Ermete, considerato il miglior spumante al mondo per il rapporto qualità prezzo.
Il concorso britannico, giunto oramai alla sua 27esima edizione è una delle più importanti manifestazioni enologica, ancora capace di incrementare le vendite delle aziende premiate.

Ecco gli altri Champion Wines:

Miglior vino dolce: Sämling Trockenbeerenauslese 2007, Hans Tschida Alois Kracher
Miglior spumante: Charles Heidsieck Millésime 2000, Champagnes P.& C. Heidsieck
Miglior vino bianco: Puligny Montrachet 1er Cru Les Chalumeaux 2007, Jean Pascal & Fils
Miglior vino fortificato: Viña AB Amontillado Seco, Gonzalez Byass