Photo by vivianamartinelli1979 on Pixabay

Proseguono i segnali positivi sul fronte del lavoro. Nel 2017 le imprese italiane hanno proseguito i piani di assunzione iniziati negli anni precedenti, con un trend di crescita che si conferma a segno più seppure con un leggero rallentamento rispetto al 2016. Stando ai dati resi noti dall’Osservatorio InfoJobs sul Mercato del Lavoro 2017, nella Penisola le offerte di nuovi impieghi crescono del 19,6% rispetto al 2016. Il canale più utilizzato è internet, che raccoglie il 99,8% delle offerte pubblicate (40% su InfoJobs).

Consulenza, il settore più dinamico

Il settore più importante, e in continua crescita (+110% rispetto al 2016) per numero di offerte di lavoro è quello della Consulenza manageriale, che registra il 29,9% delle offerte nel mercato. A seguire due settori che hanno giocato un ruolo fondamentale nel mercato del digitale ovvero quello dell’ICT (15%) con aumento degli annunci del +11,2% e delle Telecomunicazioni (10,9%) che registra una crescita del +19% rispetto al 2016. Continuano a rivestire un peso importante anche la Grande Distribuzione (8,4%) e il mondo PR ed eventi (5,8%).

Uno sguardo alle categorie più ricercate

Guardando invece alle categorie professionali, al primo posto tra le più ricercate si trova ancora il Manifatturiero, produzione e qualità con il 20% delle offerte totali, in crescita del +4% rispetto al 2016, seguito da Vendite che con il 10,6% degli annunci si mantiene stabile in seconda posizione nella classifica, registrando una crescita del 10,1%. Tra le prime cinque posizioni si trovano anche Commercio al dettaglio, GDO e Retail (+9,4%) e Amministrazione e contabilità (8,9%), che perde una posizione rispetto al 2016 e si posiziona quarta appena prima di ICT e telecomunicazioni che con il 6,8% delle offerte sul mercato registra una piccola decrescita del -2,1% rispetto all’anno precedente

Lombardia regina d'Italia

Non è una sorpresa, ma la Lombardia rimane anche nel 2017 la regina in Italia, rappresentando il 33,1% delle offerte nazionali, seguita dall’Emilia-Romagna (15,5%) che negli ultimi tre anni ha superato il Veneto (12,7%). Si posiziona al quarto posto il Piemonte (7,9%) che scalza il Lazio all’ultimo posto della top 5 con il 7,3%.

L'identikit di chi cerca lavoro

Non resta che scoprire quali sono le caratteristiche di chi cerca una nuova professione. Il profilo è contraddistinto dalla giovane età, un livello elevato di istruzione ed un’esperienza lavorativa pregressa solida. La metà dei candidati iscritti alla piattaforma InfoJobs nel 2017 appartengono, infatti, alla generazione dei Millennials con un’età media inferiore ai 35 anni, dove i giovanissimi under 26 sono l’11,2% del totale e i giovani adulti (26-35 anni) rappresentano la quota maggiore tra le candidature con il 39,2%. A seguire, la fascia 36-45 è il 30,2% del campione, mentre il range 46-55 anni occupa il 14,7% sul totale, entrambi in crescita rispetto al 2016. Solo il 4,6% supera i 55 anni. Per quanto riguarda la formazione, il diploma di maturità è stato conseguito dal 43,1% dei candidati, mentre il 27,2% ha una laurea (in particolare, il 16,4% ha una laurea specialistica e il 10,8% una laurea breve). Seguono i profili che si sono fermati alla Licenza media (14%), mentre si registrano percentuali minori per i Master (4,1%) e per i Dottorati di ricerca (0,6%).
Lo spaccato dedicato all’esperienza maturata nel mondo del lavoro mostra come nel 2017 si sia assistito ad un aumento nella ricerca di professionisti: la fascia con più di 10 anni di esperienza risulta infatti quella con più candidature (25,2% del totale), superando così quella con profili tra 5 e 10 anni (20,1%). Percentuali leggermente inferiori infine per i candidati che hanno maturato da 3 a 5 anni di esperienza (19,1%), mentre quote inferiori vengono registrate dalle fasce fino a 2 anni (9,1% leggermente in calo vs. 2016) e per quelli con la sola esperienza di stage (7,4%).