Estate: un’occasione per dare slancio alla propria carriera

Photo by drobotdean

L’estate? È il periodo migliore per dare slancio alla propria carriera. Secondo la società di ricerca del personale EasyHunters, le settimane più calde dell’anno sono anche l’occasione per investire sul proprio percorso professionale. Perché proprio d’estate? Perché per tradizione questo è il periodo meno frenetico dell’anno, quello con probabilmente meno impegni lavorativi per tutti: chi ha molti anni di esperienza alle spalle e chi ne ha poca, chi desidera cambiare lavoro o chi, invece, è soddisfatto del proprio ruolo e dell’azienda per cui lavora ma cerca di cogliere nuove opportunità formative e professionali.

“Stiamo vivendo un momento molto particolare che richiede grande preparazione e aggiornamento continuo delle competenze per continuare a rimanere al passo con i cambiamenti che avranno sempre un maggiore impatto sul mercato”, spiega Francesca Contardi, Managing Director di EasyHunters. “Studiare e prepararsi, quindi, sono aspetti fondamentali per la carriera di ciascuno. Rappresentano, senza dubbio, uno strumento per cercare di acquisire competenze specifiche per affrontare sempre nuove sfide. Continuare a lavorare sulla propria crescita professionale, anche per non perdere occasioni future, è indispensabile: non possiamo in alcun modo non renderci interessanti agli occhi delle aziende che, magari, incontreremo durante un colloquio di selezione”.

Aggiornamento e preparazione sono, quindi, fondamentali per non perdere importanti opportunità. I mesi estivi possono essere utilissimi per seguire un corso o un master o per trascorrere alcune ore leggendo libri o manuali. Su cosa concentrarsi? Sicuramente su tutto ciò che è legato ai nuovi strumenti tecnologici e digitali (social network compresi, ad esempio) oppure su aspetti legati al proprio settore e alla propria azienda.

L’estate è anche il periodo ideale per analizzare la propria situazione e, se necessario, mettere ordine. Avere ben chiari i propri obiettivi professionali è fondamentale per capire se la propria carriera sta andando nella direzione giusta o se è necessario cambiare qualcosa. “Da ultimo”, aggiunge Contardi, “occorre investire sulla propria immagine online. Un selezionatore, ancora prima di incontrare un candidato a colloquio, dovrebbe avere l'opportunità di conoscerlo attraverso la propria presenza in rete. Riguardare i propri social, renderli coerenti tra di loro, eliminare quelle informazioni che non sono fondamentali e migliorare fotografie, format o font. In particolare, i social più diffusi (come LinkedIn, Facebook o Instagram) devono essere curati con una certa attenzione perché può capitare che siano i primi a essere analizzati. E se si vuole essere innovativi bisogna dedicare qualche minuto alla compilazione della propria biografia su Clubhouse”.