LinkedIn apre il suo database alle aziende

575 milioni di professionisti, 20 milioni di aziende e 15 milioni di offerte di lavoro: quello in possesso di LinkedIn è un vero e proprio tesoro. Che, però, potrebbe valere ancora di più. Proprio per sfruttare fino in fondo le sue potenzialità, il più grande network professionale online del mondo ha deciso di lanciare un nuovo strumento: il LinkedIn Talent Insights. Di che cosa si tratta?  Di un prodotto self-service per l’analisi dei dati disponibile, in grado di fornire alle aziende l’accesso al database globale di LinkedIn. In questo modo i recruiter e le imprese saranno facilitati nella gestione del personale e nella selezione dei candidati. Grazie all’utilizzo degli aggiornamenti in tempo reale su LinkedIn e agli insight on-demand la comprensione delle informazioni relative ai nuovi talenti sarà facilitata.

Come funziona il nuovo strumento di LinkedIn

LinkedIn Talent Insights fornirà l’accesso all’enorme database attraverso due tipi di report. Il Talent Pool report ingloba insight relativi a che tipo di competenze hanno i professionisti ricercati, in quale settore lavorano, in che città vivono, come vengono selezionati, che tipo di istruzione hanno e quali aziende li stanno assumendo. In questo modo le aziende potranno definire e individuare uno specifico target di talenti. Il Company report, invece, consentirà alle imprese di comprendere meglio le caratteristiche dei talenti già presenti nell’organico e vedere quanto e come l’azienda stia lavorando per trattenere e attrarre i clienti, oltre che di sviluppare strategie di recruiting ed employer branding ancora più efficaci.