Google avrebbe strappato David Foster ad Amazon per nominarlo vicepresidente per l’area del Product Engineering con il compito di sviluppare i nuovi smartphone e altri device. Alle spalle una solida esperienza in Apple, in Microsoft e poi in Amazon dove ha curato il lancio dei Kindle, del Fire e recentemente di Echo, l'altoparlante con l'assistente vocale Alexa. Secondo gli analisti, questo ingresso non farebbe che confermare la volontà di accelerazione della grande G sui device mobile dopo il lancio di Pixel, dove sino a ora non ha saputo imprimere come in altri campi la propria ‘supremazia’.