Nel 2018 acquistati 7,2 GW di elettricità verde. Rinnovabili in crescita

Finalmente fra grandi imprese ed energie rinnovabili è scoppiato l’amore. Secondo i dati diffusi da Bloomberg New Energy Finance, infatti, i big della tecnologia, dell’industria e non solo stanno spostando una parte consistente dei loro investimenti dai combustili fossili a quelli green. In particolare, stanno puntando sull’elettricità verde, tanto che nei primi sette mesi del 2018 ne hanno acquistato ben 7,2 GW, contro i 5,4 GW dell’intero 2017, che era già stato un anno record per le fonti pulite. In prima fila fra le aziende ecosostenibili c’è Facebook, che fino a oggi si è assicurato 1,1 GW di elettricità generata da sole e vento. Seguono l’operatore mobile statunitense AT&T, i produttori di alluminio Norks Hydro e Alcoa. Molto bene anche Microsoft e Walmart.

L’elettricità verde piace soprattutto all’America

Se si ragiona dal punto di vista geografico, è l’America la più attiva sul fronte delle energie rinnovabili. Infatti, ha acquistato 4,4 GW di elettricità verde. Seguono, però a una certa distanza, Europa, Medio Oriente e Africa (Emea) con 1,6 GW. Infine, l’Asia-Pacifico con 1,1 GW.
Ma per quali ragioni le grandi imprese stanno finalmente investendo sulle fonti green? Sicuramente perché vogliono dare il loro contributo alla lotta al cambiamento climatico, con obiettivi energetici sempre più stringenti. Ma in alcuni mercati la scelta è giustificata anche da una motivazione economica, visto che le fonti pulite sono le meno costose.