Quando deve comprare un nuovo elettrodomestico il 95% delle famiglie italiane tiene conto innanzitutto del risparmio energetico. Lo rivela una ricerca realizzata da Samsung e Human Highway su un campione rappresentativo di mille persone. La metà del campione, inoltre, è disposta a investire di più per portarsi a casa un elettrodomestico green, ma il 40% di questa categoria di intervistati spenderebbe solo il 10% in più. Con il crescere dell’età, cresce anche la propensione a un maggiore investimento.

Gli ulteriori criteri di scelta dei futuri elettrodomestici, secondo l’analisi, sono il risparmio di tempo (62%) e di spazio (39,5%). Il tempo è importante in particolare per le generazioni più giovani (61,2%) e per i più anziani, così come per le donne (64,8%). Le esigenze di spazio risultano invece rilevanti per gli italiani tra i 40 e 50 anni che, secondo la ricerca, appartengono ai nuclei familiari più numerosi.

L’attenzione alla sostenibilità si dimostra anche in una vasta conoscenza delle fasce orarie in cui l’energia costa meno: solo il 5%, infatti, dichiara di non essere in possesso di questa informazione. La sensibilità ecologica, però, in generale, varia a livello geografico: i più attenti e informati si trovano nelle regioni del Nord Ovest del Paese, mentre fanalino di coda sono le regioni del Nord Est.