Axa: A.I. per la valutazione dei sintomi per tutti

Patrick Cohen, Ceo del Gruppo assicurativo Axa Italia

Andare oltre l'assicurazione tradizionale per offrire una serie di servizi integrati sempre a disposizione: è l'idea alla base della piattaforma Salute lanciata da Axa. Tra le altre cose il portale, accessibile dal sito Axa.it e dall’app MyAxa, offre a tutti, non solo ai clienti, una funzione di valutazione dei sintomi, basata su Intelligenza artificiale, grazie alla quale è possibile avere in pochi minuti una prima ipotesi di diagnosi e suggerimenti utili personalizzati rispondendo ad una serie di domande tramite chat dedicata. Un modo per dare un contributo fattuale in un momento di sovraccarico del Servizio Sanitario Nazionale.

Naturalmente, poi, per i clienti salute si aggiungono una serie di altri servizi, utili soprattutto in questa fase di limitazione degli spostamenti, come la possibilità di richiedere una consulenza medica telefonica o in videochiamata all'orario preferito, per condividere il report della valutazione dei sintomi. E poi l’invio della ricetta medica in farmacia, il recapito a domicilio del farmaco e specifici servizi di assistenza a domicilio come fisioterapista, infermiere, baby-sitter, dog-sitter. Tra le ulteriori possibilità a disposizione, l’accesso a una lista di strutture convenzionate e il supporto telefonico dedicato di un medical concierge per prenotare prestazioni, richiedendo anche un codice sconto per accedere a tariffe agevolate.

“Con la piattaforma Salute facciamo un nuovo passaggio chiave per diventare orchestratori del percorso sanitario delle persone, mettendo a disposizione dei clienti, ma non solo, un intero ecosistema di servizi di valore accessibili sempre e ovunque, che vanno dalla valutazione del sintomo, all’orientamento medico, fino alla cura, sfruttando l’intelligenza artificiale – ha dichiarato Patrick Cohen, Ceo del Gruppo assicurativo Axa Italia. Su un fronte particolarmente importante in questo momento storico come la salute, continuiamo a essere più che mai innovatori a supporto dell’intera società con azioni concrete, in linea con la nostra missione di protezione e con la nostra strategia di passare da payer a partner”.