Una veduta della città di Mantova, capitale della Cultura 2016 © Getty Images

ll ministero dei Beni culturali ha trasmesso al presidente della Conferenza unificata la prima rosa di città candidate a diventare la Capitale della cultura 2018: 21 in tutto. A contendersi il titolo sono Alghero, Aliano, Altamura, Aquileia, Caserta, Comacchio, Cosenza, Ercolano, Iglesias, Montebelluna, La Spezia, Ostuni, Palermo, Piazza Armerina, Recanati, Settimo Torinese, Spoleto, Trento, Unione dei Comuni Elimo Ericini, Vittorio Veneto e la candidatura congiunta di Viterbo-Orvieto-Chiusi.

IN CORSA PER UN MILIONE DI EURO. L’iniziativa governativa, che si conclude con l’assegnazione di un milione di euro alla città eletta Capitale della cultura, nasce per promuovere la progettualità nelle città e sensibilizzare sul valore della leva culturale, sia sul piano della coesione sociale che dello sviluppo economico. «Le esperienze finora realizzate, da quella in corso a Mantova fino alla prossima di Pistoia, dimostrano come il titolo di Capitale Italiana della Cultura sia in grado di mettere in moto un meccanismo di progettazione virtuosa e di promozione delle città, coinvolgendo tutte le realtà economiche e sociali dei territori e rafforzando il concetto di Italia museo diffuso», spiega il ministro Dario Franceschini.

GLI OBIETTIVI. Più nel dettaglio, il progetto Capitale della cultura si prefigge i seguenti obiettivi: il miglioramento dell’offerta culturale; il rafforzamento della coesione e dell’inclusione sociale, nonché dello sviluppo della partecipazione pubblica; l’incremento dell’attrattività turistica; l’utilizzo delle nuove tecnologie; la promozione dell’innovazione e dell’imprenditorialità nei settori culturali e creativi; il conseguimento di risultati sostenibili nell’ambito dell’innovazione culturale. L’iniziativa è in linea con l’Azione Ue “Capitale Europea della Cultura 2007-2019”.

L’ITER. Una giuria di sette membri, composta da esponenti di chiara fama appartenenti al mondo delle arti, della cultura e del turismo, valuterà i progetti delle 21 città per poi redigere una short list di 10 città entro la fine di novembre. La vincitrice verrà poi eletta entro il 31 gennaio 2017.