Una notte tra 25 milioni di mattoncini Lego. Un’esperienza da sogno per appassionati e aspiranti master builder che diventerà presto realtà per pochi fortunati. Tutto merito dell’iniziativa di Airbnb e della celebre azienda danese che, in occasione dell’inaugurazione della propria sede, la Lego House a Billund, invita a descrivere la costruzione più incredibile da realizzare con i propri mattoncini.

Dormire nella Lego House, un’esperienza da sogno

I vincitori di questo insolito concorso potranno dormire sotto una cascata gigante che termina in una vasca piena di mattoncini e, durante il loro soggiorno, potranno anche creare il progetto vincente con l’aiuto prezioso del padrone di casa, Jamie Berard, uno dei migliori Master Builder. L'esperienza avrà inizio il 24 novembre, quando i vincitori arriveranno presso la Lego House. Prima di tutto gli ospiti potranno ordinare la cena e la invieranno in cucina. Il pasto sarà ordinato in modo particolare: assemblando mattoncini e verrà servito loro direttamente da due simpatici camerieri robot. Dopo il pranzo, la Lego House sarà chiusa al pubblico e sarà pronta per i vincitori che potranno correre all'interno dei vari ambienti, esplorarli e divertirsi sotto la guida esperta di Jamie Berard.
Al termine dell’avventura, i visitatori saranno invitati alla tappa finale del viaggio: una camera da letto galleggiante sotto una cascata alta 6 metri, che termina in una vasca immensa piena di mattoncini.
L'intero spazio sarà trasformato in una casa adatta per superfan, dove qualsiasi oggetto sarà realizzato con i Lego! E se in camera dovesse mancare qualcosa, potete sempre costruirla!

 

Come vincere un soggiorno alla Lego House

Per avere una possibilità di vincere, è necessario visitare la pagina Airbnb dedicata alla Lego House e prenotare il soggiorno rispondendo a questa domanda: se tu e la tua famiglia aveste a disposizione un'infinità di mattoncini Lego, che cosa costruireste? I vincitori arriveranno in aereo da qualsiasi parte del mondo. Le descrizioni delle costruzioni dovranno essere tra i 50 e i 550 caratteri, essere scritte in inglese, francese, tedesco, spagnolo, italiano, portoghese, o tra i 100 e i 300 caratteri in cinese (semplificato o tradizionale), giapponese, coreano.