Andrea Voltolina

Andrea Voltolina

Fatturato 2012 in aumento dell’8%, oltre i 7,5 milioni di euro. Con una forte incidenza delle vendite estere, che rappresentano il 65% del giro d’affari complessivo. Questo il bilancio positivo di fine anno per Andrea Voltolina, amministratore delegato dell’omonima azienda veneta, specializzata in illuminazione di lusso. «Accanto al mercato nazionale, sul fronte estero Russia, Cina ed Emirati Arabi sono Paesi che continuano a darci notevoli soddisfazioni», commenta. E anticipa a Business People : «A Shanghai apriremo un nuovo showroom nei prossimi mesi, un corner monomarca di 50-60 mq con articoli solo nostri. Per fine 2013 prevediamo tre punti vendita in questo centro commerciale e finanziario dell’Asia».
Focus della strategia attuata dal marchio made in Italy è il cosiddetto contract, «ovvero la realizzazione di prodotti d’illuminazione in base alle specifiche richieste dei clienti», spiega Voltolina, «da catene alberghiere come Starwood e Mövenpick Hotels a committenti diretti quali la famiglia reale del Sultanato di Oman. Attualmente stiamo completando il rifacimento dei lampadari del prestigioso Gritti Palace a Venezia. In generale, progetti speciali di questo tipo incidono per il 30% sul nostro fatturato».
E, a proposito della città lagunare, il prossimo anno «sarà aperto un piccolo flagship store nei dintorni di Piazza San Marco: uno showroom di 60-70 mq nell’ambito della nostra fabbrica-atelier Murano Lab 1291. Inizieremo a produrre dell’oggettistica d’alta gamma che presenteremo ufficialmente ad aprile, nel corso di Euroluce 2013 a Milano». Tra le firme di punta, quella di un maestro del design come Paolo Crepax. «Vari clienti hanno visionato alcune preproduzioni e hanno già fatto gli ordini», aggiunge soddisfatto l’a.d. dell’azienda.
Non sarà questa l’unica novità in seno alla manifestazione dedicata al settore, che si svolge durante il Salone del Mobile. «Per l’occasione, il Consorzio Luce in Veneto (che comprende 48 aziende attive nel comparto, ed è presieduto dallo stesso Voltolina, ndr ) disporrà di uno spazio di esposizione di oltre 1.500 mq. Un segnale incisivo, per sottolineare ai clienti nazionali e internazionali la coesione e la compattezza del gruppo, al cui interno c’è grande sinergia». Qualche esempio? Il network ha creato un’organizzazione di vendita in Romania il cui core business è proprio quello di commercializzare i prodotti del Consorzio. «Non solo abbiamo raggiunto il budget stabilito, ma possiamo contare anche su interessanti margini di crescita per i prossimi mesi». Inoltre, sempre in partecipazione col Consorzio, Voltolina sta portando avanti il progetto E-light. «Nei dispositivi ideati e realizzati secondo tale ottica, il fascio di luce che passa nel punto d’illuminazione può essere anche veicolo di wi fi , sensori di prossimità… L’hi tech, dunque», conclude Voltolina, «non è più unicamente un elemento di design, ma diventa un vero e proprio componente multifunzione».