Il bozzetto dell'abito disegnato da Carlo Pignatelli

Torna puntuale, come ogni anno, l’appuntamento con il Gran ballo della Venaria Reale, tradizionale ballo delle debuttanti in stile viennese, giunto alla sua XIX edizione. Sabato prossimo, 16 novembre, trenta aspiranti debuttanti di età compresa tra i 17 e i 23 anni faranno il loro ingresso nell’incantevole Reggia di Venaria (Torino) – e in società – accompagnate dai cadetti dell’Accademia navale di Livorno volteggiando sulle note dell’Orchestra Mozart di Torino indossando abiti speciali disegnati da Carlo Pignatelli, che, per il terzo anno consecutivo, contribuirà così a rendere l’esperienza ancora più magica.
La creazione – dello stile molto romantico – ha una scollatura a cuore chiusa con lacci e una gonna ampia resa leggiadra da strati di tulle, impreziosita da un ricamo di jais e cristalli che, ispirato ai gioielli degli zar, ricorda una corona capovolta. «Per creare quest’abito mi sono ispirato alla bellezza, intesa come armonia naturale ed eleganza interiore: il mio piccolo contributo per fare si che questa serata sia un vero sogno per le ragazze, alle quali auguro che la favola possa diventare realtà”, ha spiegato lo stilista».
Al Ballo di apertura e alle danze cui prenderanno parte anche gli ospiti intervenuti all’evento, seguirà un’esclusiva cena di gala preparata dalle eccellenze del panorama gastronomico piemontese, per poi lasciare spazio a danze più moderne.
Ma – come sempre è stato fin dalle origini – il Gran ballo non sarà solo un evento mondano, bensì anche un’occasione di carattere solidale. In particolare, l’edizione di quest’anno permetterà di raccogliere fondi a sostegno del Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta.