© Cosmoprof North America

La cosmesi made in Italy si è affermata protagonista eccellente al Cosmoprof North America, la fiera beauty b2b conclusa ieri al Mandalay Bay Convention Center a Las Vegas.

All’ evento, organizzato con la collaborazione della Pba-Professional beauty association, hanno partecipato 960 aziende espositrici provenienti da 40 paesi. La rappresentanza italiana, di 30 aziende capitanate da Cosmetica Italia, ha riscosso notevole successo nel settore dei prodotti legati ai saloni di bellezza, incontrando il gusto dei buyer Usa.

In particolare è emerso che per i prodotti e gli strumenti professionali italiani per la cura dei capelli, c’è una forte domanda da parte dei saloni di bellezza americani. Il motivo? Il settore cosmetico dell’hair care è il più efficiente, qualitativamente e quantitativamente, nel soddisfare la domanda, sia per la rapidità di commercializzazione dei prodotti sia per i suoi elevati standard qualitativi e di controllo della filiera.

Non a caso, la bellezza made in Italy è di esportazione: il 65% dei prodotti cosmetici in circolazione nel mondo sono fabbricati nel Belpaese. «Se i buyer europei hanno solitamente una specializzazione per target più estesi, si riferiscono cioè a famiglie di prodotti e a linee di distribuzione più ampie, il mercato Usa è, per sua natura, più diversificato e i consumatori, in genere, risultano meno attenti ai prodotti di alta gamma», spiega a MFF il presidente di Cosmetica Italia Fabio Rossello. Inoltre i gusti in materia di beauty cambiano da costa a costa: se nello Stato di New York si preferisce il luxury made in Italy, in quello della California si è più attenti all’ecosostenibile e si preferiscono ingredienti naturali.

Proprio su questo tema sarà presentato, il 22 e 23 settembre a New York con la collaborazione di Cosmopack, il seminario Symposium dedicato al networking e alla formazione. All’evento parteciperanno 40 aziende internazionali del compartimento packaging, insieme alle eccellenze italiane. L’obiettivo sarà creare occasioni di incontri diretti e mirati sul mercato cosmetico americano.