©GettyImages

Thomas Bjorn, vincitore del Walker Championship at Gleneagles

Un playoff super affollato, uno spareggio come non si vedeva da tempo. Il Johnnie Walker Championship at Gleneagles, torneo scozzese dell’European Tour, si è concluso solo grazie ad un maxi spareggio. Alla fine del terzo giorno di gara, giocato sul percorso del Gleneagles Hotel ad Auchterarder in Scozia, ben cinque i giocatori a pari merito, 11 colpi sotto del campo: il danese Thomas Bjorn (68-69-71-69), l’inglese Mark Foster (66-71-68-72), il sudafricano George Coetzee (77-66-67-67), lo spagnolo Pablo Larrazabal (70-68-70-69) e l’austriaco Bernd Wiesberger (69-71-68-69). Ad innescare lo spareggio l’errore, a giro praticamente ultimato, di Foster. L’inglese, dopo essere stato al comando per tutto il giorno e in vantaggio di un colpo sugli altri quattro, ha fatto bogey all’ultima buca. Il primo ad essere eliminato dal playoff, giocato sul par 5 della buca numero 18, è stato Bernd Weisberger. Dopo l’austriaco quindi Pablo Larrazabal, anche lui eliminato da un bogey. Quindi una buca senza eliminazioni (per i tre in gara tre birdie) e l’eliminazione per bogey di Mark Foster. La conclusione del torneo è arrivata quindi alla quinta buca di spareggio, quando un birdie ha consegnato a Thomas Bjorn la vittoria. Per il 40enne danese di Silkeborg, il dodicesimo titolo nel tour e il secondo stagionale, nonché l’assegno da 266,629 euro (su un totale di 1.600.000 euro) in palio destinato al vincitore.

Tra gli italiani Lorenzo Gagli, ottavo all’inizio dell’ultimo giro, ha concluso il torneo in 22esima posizione (69-68-72-75). Stessa posizione per Edoardo Molinari (74-70-69-71).Se per il fiorentino l’ultimo giorno di gara è stato il peggiore del torneo, per Edoardo, vincitore qui l’anno scorso, è stata la prima giornata la peggiore. Solo 44esimo l’altro italiano Francesco Molinari (70-74-74-70). Eliminato al taglio Emanuele Canonica.