Il torneo più atteso da tutti i golfisti è cominciato. L’edizione numero 140 del The Open Championship ha preso il via questa mattina alle 6:30 ora locale sul percorso del Royal St. George's Golf Club a Sandwich, Kent, Inghilterra, con una leggera pioggia che aspettava i primi giocatori a scendere in campo.

La pioggia ha smesso di scendere già nella prima mattinata, mentre il vento è stato un elemento costante della prima giornata del The Open Championship.

Al momento leader in clubhouse è il danese Thomas Bjorn con 65 colpi (33-32), cinque sotto il par, con lui l’inglese amateur Tom Lewis. Bjorn ha segnato due bogey, alle buche 9 e 18, nove par e sette birdie. Giornata meravigliosa per l’amateur inglese Tom Lewis, è in testa al The Open Championship, ha giocato due bogey, nove par e sette birdie (32-33).

Al terzo posto di classifica con 66 colpi lo spagnolo Miquel Angel Jimenez (33-33) e l’americano Lucas Glover (35-31). Molti giocatori sono ancora sul campo e l’ultima terna ha preso il via alle ore 16:11. Buona la prestazione di Edoardo Molinari che ha terminato il primo giorno di golf al The Open Championship con il punteggio di 69, un colpo sotto il par, che vale attualmente la diciottesima posizione in classifica. Il fratello Francesco e Matteo Manassero sono entrambi a +3 sul par, 73 colpi, novantaquattresima posizione.

Tra coloro che hanno terminato il primo giro segnaliamo a -2 Simon Dyson, Kyle Stanley, Pablo Larrazabal, Darren Clarke e Graeme McDowell. Con un colpo sotto il par ci sono Danny Willett, Mark Calcavecchia, Ryan Moore, Yuta Ikeda, Ian Poulter, Anders Hansen, Alexander Noren, Seung-Yul Noh, Richard McEvoy, Chad Campbell, Edoardo Molinari, Adam Scott, Bubba Watson e Steve Stricker.

Il numero uno del mondo Luke Donald è a 71 (+1), Rory McIlroy (nr. 4) 71 (+1) e Nick Watney (nr.10) 740 (+4).

La prima giornata degli italiani

Il primo dei giocatori italiani a presentarsi al tee della buca 1 è stato Francesco Molinari alle 8:20. Par alla buca 1, bogey alla buca 2 (un par quattro), par alla buca 3, bogey alla buca 4 (un par quattro), par alla buca 5, par alla buca 6, birdie alla buca 7 (l’unico par cinque delle prime nove buche), par alla buca 8, par alla buca 9. Francesco è uscito in 36 colpi, uno sopra il par di 35. Alla ripresa dalla buca 10 per Francesco c’è stato un par, bogey alla buca 11 (un par tre), par alla buca 12, par alla buca 13, birdie alla buca 14 (l’unico par cinque delle seconde nove buche), par alla buca 15, bogey alla buca 16 (un par tre), par alla buca 17, bogey alla buca 18 (un par quattro). All’uscita dalle seconde nove buche Francesco segnava sul suo score 37 colpi, contro il par di 35, due sopra par. Il totale del primo giorno è di 73 colpi, tre sopra il par.

Matteo Manassero era nella terna subito dietro a Francesco. Matteo ha giocato bene le prime due buche chiuse in par, al par tre della buca 3 ha segnato bogey, al quale sono seguiti tre par consecutivi e un ottimo birdie al par cinque della buca 7. Poi ancora due par per chiudere le prime nove buche del campo in 35 colpi, in linea con il par. Purtroppo sulle seconde nove buche Matteo ha peggiorato lo score, ha marcato tre bogey, il primo subito al par quattro della buca 10, il secondo al par quattro della buca 12 e infine il terzo al par quattro della buca 15. Matteo ha completato le buche con sei par e chiuso il giro con 38 colpi, tre sopra il par del campo. Totale di giornata in 73, tre colpi sopra il par, tutti collezionati sulle seconde nove buche.

Edoardo Molinari ha preso il via alle 12:37, e realizzato uno score molto interessante sulle prime sei buche: cinque par e un birdie al par tre della buca 6. Purtroppo al par cinque della buca 7 Edoardo ha marcato bogey, si è immediatamente ripreso con un birdie al par quattro della buca 8, ma è arrivato ancora un bogey al par quattro della buca 9. Alla fine delle prime nove buche il punteggio di Edoardo è stato di 35 colpi, in linea con il par del campo. Buona la ripartenza dalla buca 10 per Edoardo, che su questo par quattro ha piazzato birdie. Alla buca 11 par, seguito da bogey al par quattro della buca 12 e ancora bogey al par quattro della buca 13. Lo score di Edoardo prosegue con due par alle buche 14 e 15. Al par tre della buca 15, dopo un buon colpo di partenza che atterra in green, ma piuttosto lontano dalla buca, Edoardo infila un put molto bello e ottiene il birdie che gli permette di tornare in par col campo. Alla buca 17 chiude in par e, sul par quattro della buca 18, per Edoardo arriva il birdie che lo porta a -1. 69 colpi (35-34) è il punteggio di giornata per Edoardo Molinari, un colpo sotto il par del campo.