©GettyImages

La Ryder Cup 2018 si giocherà a Parigi. La Francia si è aggiudicata l’organizzazione della 42esima edizione del prestigioso torneo di golf. Le Golf National, alla periferia di Versailles vicino a Parigi, il percorso scelto, lo stesso dove negli ultimi venti anni si è giocato l’Open de France. In lizza c’erano in tutto cinque nazioni – Germania (Neuberg), Olanda (Rotterdam), Portogallo (Lisbona), Spagna (Madrid) e Francia appunto – ma alla fine sono stati i cugini d’oltralpe a spuntarla.

«Quella della Francia è una vittoria meritata: ci hanno convinto che tra sette anni potranno organizzare un’edizione memorabile della Ryder Cup - ha detto Richard Hills, direttore di Ryder Cup Europe. Le Golf National ci ha convinto per la possibilità che offre al pubblico di essere parte dell’evento, rendendolo ancora più emozionante. Importante è stato anche il progetto di costruire 100 campi da golf nelle aree urbane, che servirà da catalizzatore per la Ryder».

Una decisione storica, questa di Ryder Cup Europe, che segna dopo 21 anni il ritorno della manifestazione nel continente europeo, l’ultima volta fu nel 1997 quando il torneo fu giocato al Club de Golf Valderrama in Spagna. Dopo il trionfo europeo del 2010 (Ryder Cup 2010, la coppa è tornata in Europa) e in attesa dell’edizione francese, nel 2012 il torneo si terrà al Medinah Country Club, nello stato dell’Illinois, negli Stati Uniti; nel 2014 sarà la volta del PGA Centenary Course a Gleneagles in Scozia e nel 2016 sarà di scena al Hazeltine National Golf Club a Chaska in Minnesota.

Tra le candidate sconfitte la più delusa è sicuramente la Spagna che avrebbe voluto organizzara la 42esima edizione del prestigioso torneo a Madrid, in onore del grande Seve Ballesteros.