©GettyImages

Sergio Garcia vincitore del Castellò Masters 2011

Si è giocato dal 20 al 23 ottobre il torneo di golf Castellò Masters 2011 a Castellòn, vicino a Valencia, un’altra tappa dell’European Tour in Spagna. Ha vinto lo spagnolo Sergio Garcia con il punteggio di -27 colpi dal par, con il distacco di ben 11 colpi sul secondo classificato, un altro spagnolo, Gonzalo Fernandez-Castano (-16). Garcia ha giocato quattro giorni a livelli altissimi, il suo punteggio più alto è stato nella prima giornata, 67 colpi, poi ha realizzato 63, 64 e ancora 63 nel giro finale, totale 257 colpi. E con 257 colpi Sergio Garcia eguaglia il record del più basso punteggio su 72 buche della stagione 2011, realizzato da Ernie Els al South African Open Championship. La sua vittoria con 11 colpi di vantaggio è il più ampio margine ottenuto nella stagione 2011, migliorando il differenziale di 8 colpi raggiunto da Martin Kaymer (Abu Dhabi HSBC Golf Championship) e Rory McIlroy (US Open Championship). E sempre il vantaggio di 11 colpi è il miglior risultato sull’European Tour da quando Tiger Woods vinse per 11 colpi il WGC – Bridgestone Invitational nel 2000.
Al secondo posto Gonzalo Fernandez-Castano, 268 colpi (69-66-69-64), al terzo posto con 269 colpi Alexander Noren (69-63-73-64) e Richie Ramsey (72-6468-65).
Gli italiani in gara erano tre: Lorenzo Gagli, Matteo Manassero ed Emanuele Canonica. Canonica non ha passato il taglio del venerdi con 73-76.
Lorenzo Gagli ha terminato il Castellò Masters 2011 con 277 colpi, -7 dal par. Per Lorenzo 70-68-69-70 nelle quattro giornate di gioco, un risultato non esaltante, ma molto prezioso per la Race to Dubai, dove ha raggiunto la 39° posizione. Gagli ha giocato molto bene nel mese di ottobre: 21° al Alfred Dunhill Links Championship, 2° al Bankia Madrid Masters, 29° al Portugal Masters e 27° al Castellò Master.
Matteo Manassero con il punteggio di 279 colpi, -5 dal par, chiude il Castellò Masters 2011 al 35° posto della classifica. 69-68-71-71 il suo punteggio parziale con due doppi bogey nel giro finale.