© Andrew Redington/Getty Images

Uscita dal bunker alla buca 11 per Phil Mickelson allo Scottish Open 2013 al Castle Stuart Golf Links

Lo Scottish Open 2013 è cominciato con condizioni climatiche perfette: sole, assenza di vento e temperatura intorno ai 20 gradi, e gli score dei giocatori del mattino sono stati piuttosto bassi, al comando dopo diciotto buche c'è l'inglese John Perry con il punteggio di 64 colpi, otto sotto il par.

Il percorso del Castle Stuart Golf Links a Inverness in Scozia, dove si sta giocando l' Aberdeen Asset Management Scottish Open 2013, ha permesso a moltissimi giocatori di girare le prime diciotto buche sotto il par, sono ben 117 quelli che hanno score fino a -1, ma già per questa mattina si prevede vento crescente e, se cambieranno le condizioni meteo anche gli score saliranno facilmente.

La classifica della prima giornata dell'Aberdeen Asset Management Scottish Open 2013, vede al primo posto l'inglese John Perry con 64 colpi, in seconda posizione c'è un altro inglese, Simon Khan con 65 colpi, sette sotto il par. In terza posizione con 66 colpi ci sono sette giocatori, l'americano Phil Mickelson, i tailandesi Thongchai Jaidee e Kiradech Aphibarnrat, lo scozzese Chris Doak, l'irlandese Shane Lowry, il finlandese Mikko Ilonen e l'inglese James Morrison.

In decima posizione di classifica troviamo ancora tredici giocatori con lo score di 67 colpi, cinque sotto il par, e tra loro ci sono Lorenzo Gagli e Matteo Delpodio. Lorenzo Gagli ha giocato 34 colpi sulle prime nove buche con due birdie e 33 colpi sulle seconde nove con tre birdie, non ha marcato nessun bogey in diciotto buche. Matteo Delpodio ha giocato 36 colpi (par) sulle prime nove buche con un birdie e un bogey (alla buca 3) e cinque birdie sulle seconde nove.

Francesco Molinari e Matteo Manassero sono al 45° posto della classifica dopo diciotto buche, il loro punteggio è di 69 colpi, tre sotto il par. Francesco Molinari ha una carta molto strana nel primo giro: quindici par, un bogey e due eagle. Molto più "normale" lo score di Matteo Manassero con nove par, tre bogey e sei birdie.

Alessandro Tadini è al 98° posto della classifica, ma ha giocato per dodici buche ad altissimo livello, poi qualcosa si è inceppato e ha terminato in 71 colpi, uno sotto il par. Alessandro Tadini è partito per il primo giro dalla buca 10, e in dodici buche il suo score era di -5 con tre birdie, un eagle e otto par. Al par quattro della buca 3 Alessandro è andato lungo al green ed è finito in ostacolo d'acqua, doppio bogey. E poi ha segnato bogey alle buche 5 e 9. Peccato perché stava facendo veramente molto bene.

Purtroppo non c'è Edoardo Molinari, che ha cancellato la sua iscrizione all'ultimo momento a causa del dolore alla mano che lo perseguita!

Vedi l'approfondimento con tutte le presenze italiane allo Scottish Open dal 1986