Auto volanti entro il 2030: la scommessa di SkyDrive

Il concept SD-XX (© SkyDrive)

Non sembra lontano il futuro in cui potremo sorvolare il traffico cittadino a bordo di un’auto volante. Multinazionali come Airbus, Boeing e Uber sono da tempo al lavoro per rendere il più possibile vicino alla realtà la quotidianità raccontata dalla serie animata The Jetsons . Ma il sogno di coprire brevi distanze con auto volanti è vivo anche in Giappone, dove la start up SkyDrive ha recentemente svelato il concept SD-XX, un velivolo per due persone, delle dimensioni di un’auto, con un’autonomia di 20-30 km che potrebbe cambiare per sempre il traffico delle grandi città.

La scorsa estate la società ha completato con successo il primo test di volo con il modello SD-03 e guarda con fiducia a un futuro non poi così lontano: l’obiettivo è vendere i primi 100 velivoli entro il 2028. «Stiamo valutando un servizio di air taxi nelle grandi città, come Osaka o Tokyo, con voli iniziali sul mare in quanto sarebbe troppo rischioso sorvolare molte persone all’improvviso», ha dichiarato a Japan Times Tomohiro Fukuzawa, Ceo di SkyDrive. «Il modello iniziale volerà con pilota automatico, ma non sarà autonomo al 100%, perché è richiesta la presenza di un pilota, che dovrebbe manovrarlo in caso di emergenza».