Tecnologia: personalizzazione e design guidano le preferenze degli italiani

Le nuove tecnologie non sono più solo un supporto in grado di migliorare la qualità della vita e svolgere in maniera più agevole e smart le attività di tutti i giorni, ma sono anche lo strumento con cui gli Italiani sentono di poter esprimere la propria identità. Lo rivela il nuovo Trend Radar  di Samsung, elaborato in collaborazione con Human Highway – istituto di ricerche di mercato specializzato nell’analisi dei cambiamenti nelle relazioni umane prodotti dalle tecnologie e dal digitale – con il quale l’azienda ha esplorato il ruolo delle nuove tecnologie nell’espressione di sé. Dall’indagine si evidenzia come quasi 9 Italiani su 10 – l’88% del campione – sia convinto che la tecnologia aiuti ad esprimere sé stessi. Un italiano su 3 ritiene addirittura la tecnologia un fattore molto importante nell’espressione della propria individualità: veri e propri Tech Lovers, che rappresentano il segmento più rilevante in questa indagine. I Tech Lovers sono soprattutto uomini tra i 25 e i 34 anni, Millennials che risiedono nel Nord Est o nel Centro/Sardegna.

Personalizzazione e design: i principali driver di scelta 

La possibilità di personalizzare un dispositivo si impone come dimensione più importante per i rispondenti, con il 75% delle preferenze, al secondo posto (18%), invece, si posiziona il design. I Tech Lovers si distinguono rispetto alla totalità del campione per la maggiore importanza conferita alla premiumness , sinonimo di qualità e pregio del dispositivo, con oltre il 16% delle preferenze contro il 7% del totale: questo speciale segmento si conferma perciò come estremamente rilevante all’interno dell’indagine, in grado di esprimere posizioni inedite e all’avanguardia.

Cosa cercano gli italiani in uno smartphone 

Lo smartphone è senza dubbio lo strumento che più di tutti aiuta a manifestare al meglio la propria identità, proprio per le sue caratteristiche che lo rendono compagno di ogni attività: lo dichiara il 61% degli intervistati, e in particolare il 65% del campione femminile. È soprattutto la fotocamera la funzionalità di maggiore rilevanza in questo senso: scattare e condividere fotografie è l’aspetto più importante per l’espressione del sé per oltre la metà del campione (59,5%), seguito dall’utilizzo delle app (43,8%), dall’ascolto delle playlist musicali (32,9%), dalla creazione di video (29,2%) e dall’uso dei giochi (24,4%).

Solo il 26% dei rispondenti a totale campione, che sale al 35% se si considerano i Tech Lovers, ritiene che il design dello smartphone sia l’aspetto attraverso cui passa l’espressione del sé: un segnale che gli elementi legati all’estetica dell’oggetto, uniti a marca e modello, non sono più gli unici driver di acquisto, ma cresce invece l’importanza del contenuto nella sua forma più concettuale, veicolato attraverso tutto ciò che si può creare e condividere con il proprio dispositivo del cuore.

Laptop e Smart Tv sul podio

Al secondo posto tra i dispositivi che consentono l’espressione del sé si posiziona il laptop, ritenuto lo strumento più importante dal 20% del campione, con una particolare preferenza espressa dal segmento maschile, che lo indica come utile a esprimere la propria personalità nel 25% dei casi. Fra gli altri oggetti tecnologici utili a esprimere la propria personalità spicca la smart Tv (5% delle preferenze): questo prodotto si distingue in particolare per la rilevanza assunta dal target Baby Boomers (55-64 anni) presso il quale raggiunge il 14% delle preferenze. Un dato che si distingue nettamente sia rispetto alle risposte degli intervistati delle altre fasce d’età, sia rispetto alle risposte del medesimo segmento sugli altri prodotti: un segno, perciò, che le opzioni più tradizionali e di facile utilizzo rappresentano ancora la scelta più sicura nell’espressione del sé per gli utenti non più giovanissimi.

Smartwatch: un alleato per la salute 

Infine, con il 23% circa delle preferenze del campione totale, lo smartwatch riscuote particolare interesse per il segmento maschile (25,9%), specialmente nella fascia d’età dei Millennials (37,9%). Il dispositivo non si distingue tanto per il suo design, ma soprattutto per gli aspetti legati al monitoraggio della propria salute e alla personalizzazione degli allenamenti sportivi: anche in questo caso l’attenzione all’estetica è scalzata in favore delle possibilità aperte dal dispositivo e quindi dal tipo di storia che è possibile raccontare grazie alle sue funzionalità, che rendono sempre più facile e immediata l’espressione del sé, anche negli aspetti più comuni del proprio vissuto quotidiano.