Immaginate Facebook. Impostate la lingua portoghese, togliete i Like, mettete gli Amen, e otterrete un religiosissimo Social Network che in Brasile sta facendo diversi... proseliti. Il nuovo sito si chiama FaceGloria e, a quanto racconta la homepage, è perfetto «per condividere con altri l’amore e la sapienza cristiana». Sullo sfondo, cielo azzurro e nuvole bianche.

QUELLE PICCOLE DIFFERENZE. Analizzando il Social da un punto più squisitamente tecnico, c’è da dire che FaceGloria non si discosta molto dalla creatura di Mark Zuckerberg. Si possono scambiare messaggi, video, foto di qualsiasi genere, comprese brasiliane in bikini sulla spiaggia, perché anche «spiagge e natura sono creazioni di Dio» dice il fondatore Atila Baros. Certo, al posto dei Like, come detto, compaiono gli Amen. E un po’ di censura c’è: banditi pornografia, immagini di violenza esplicita, baci tra omosessuali, parolacce e qualsiasi accenno relativa al consumo di alcol e droga.

IL BOOM. Perché FaceGloria , ha spiegato sempre Baros, «si rivolge alla famiglia e ai giovani con la testa a posto», e gli omosessuali a quanto pare non figurano nel mucchio. Online da giovedì scorso, in meno di una settimana il portale è riuscito a totalizzare oltre 50mila iscrizioni, che non sono poche neppure nell’immenso stato dell’America del Sud. Se voleste dare un’occhiata, il sito è raggiungibile all’indirizzo www.facegloria.com. Ingrosserete le schiere dei seguaci?