Netflix: abbonamenti con pubblicità a partire dal 2023

Stranger Things 4. Nelle prime quattro settimane la serie ha registrato 1,3 miliardi di ore di visualizzazioni (Cr. Courtesy of Netflix © 2022)

La pubblicità su Netflix arriverà nel 2023. La conferma arriva con la seconda trimestrale di Los Gatos, che vede ricavi in crescita: +8,6%, a 7,97 miliardi di dollari. Si riducono ancora gli abbonati: 220,67 milioni contro i 221,67 del trimestre precedente. Si tratta comunque di una crescita anno su anno: rispetto al secondo trimestre 2021, infatti, gli abbonati globali sono cresciuti del 5,5%. «Abbiamo leggermente sottostimato l’incremento netto degli abbonati paganti nel trimestre», si legge nella nota ufficiale. Si tratta infatti di una flessione di un milione di abbonati rispetto ai -2 milioni previsti.

Il lancio del nuovo piano di abbonamenti con pubblicità è previsto per la prima parte del 2023: «Microsoft sta investendo massicciamente per espandere il loro business pubblicitario multimiliardario nel mondo della televisione premium, e siamo entusiasti di lavorare con un partner globale così forte».

La nuova offerta verrà lanciata inizialmente in alcuni mercati «dove la spesa pubblicitaria è significativa». «Come molte delle nostre iniziative ci sarà una partenza, ascolteremo e impareremo e continueremo velocemente per migliorare l’offerta. Quindi, il nostro business pubblicitario nei prossimi anni potrebbe essere molto diverso da quello che sarà il primo giorno».

Prosegue poi l’introduzione della fee per gli abbonamenti condivisi, per il momento nella sola America Latina. Mentre in Cile, Costa Rica e Peru è stato introdotto il servizio add extra member , in Argentina, Repubblica Domenicana, El Salvador, Guatemala e Honduras è stata introdotta l’opzione “add a home”. Il piano prevede l’uso di un account Netflix per una sola famiglia, cui se ne possono aggiungere altre a un prezzo di circa 2,99 dollari al mese.