Il gruppo del Biscione guadagna il 7,58% a Piazza Affari

Dopo anni di battaglie, le due eterne nemiche della Tv hanno siglato un armistizio. E subito i mercati azionari hanno fatto sentire le loro reazioni. Il 30 marzo, infatti, a Borsa ormai chiusa, Sky e Mediaset hanno annunciato di aver raggiunto un accordo che consiste nello scambio di un corposo pacchetto di canali e oggi, alla riapertura di Piazza Affari dopo la pausa per le festività pasquali, il gruppo del Biscione guadagna il 7,58%.
Sicuramente ha giocato un ruolo importante il giudizio positivo degli analisti di Berenberg, che hanno raccomandato l’acquisto del titolo. Anche Equita giudica l’accordo “molto positivo” per Mediaset perché stima ricavi addizionali per circa 70 milioni dal 2019. In realtà, all’inizio il titolo sembra faticare a fare prezzo, tanto che rimane in asta di volatilità segnando un rialzo teorico del 5,4%, poi a pochi minuti dal suono della campanella, guadagna il 7,58% a 3,35 euro.

L’accordo che è piaciuto alla Borsa

L’alleanza fra Sky e Mediaset che tanto sta piacendo alla Borsa prevede un doppio scambio. Innanzitutto che i canali Premium del cinema e delle serie tv si aggiungano all’offerta del gruppo controllato da Murdoch. E in secondo luogo che Sky approdi sul digitale terrestre - anche con parte della sua offerta sportiva - su bande detenute dal Biscione.