Lego cresce nel retail e nell’e-commerce: oltre 830 milioni di utili in 6 mesi

Un set Lego Star Wars, tra i temi più apprezzati dagli appassionati Lego

Si conferma un anno positivo per il Gruppo Lego. Nei primi sei mesi dell’anno, che segna il suo 90esimo anniversario, l’azienda ha registra un fatturato globale in aumento del 17% rispetto al 2021 e pari a 27 miliardi di corone danesi (circa 3,63 miliardi di euro). In aumento anche le vendite al consumo, che segnano un +13% e contribuiscono a un aumento della quota di mercato nei principali mercati di riferimento.

"Abbiamo iniziato bene il 2022 e siamo molto soddisfatti della nostra performance, che è stata superiore alle aspettative dopo un 2021 eccezionale”, ha commentato il Ceo Niels B. Christiansen. “Nonostante le incertezze a livello globale, abbiamo continuato a registrare un aumento delle vendite al consumo e una crescita a due cifre del fatturato, grazie alla forte domanda verso il nostro solido portafoglio e grazie al nostro straordinario team". 

La significativa crescita dei ricavi e del free cash flow  ha permesso alla multinazionale danese dei mattoncini di accelerare in modo significativo le iniziative strategiche e di compensare l'inflazione dei costi delle materie prime, dell'energia e dei trasporti, mantenendo stabile l'utile operativo a 7,9 miliardi di corone danesi (poco più di 1 miliardo di euro).

Lego: tutti i numeri del primo semestre 2022 

Nella prima metà del 2022, si precisa in una nota sui risultati del primo semestre, il Gruppo Lego si è concentrato sull'espansione della capacità produttiva e sulla creazione di livelli di stock più sani, aumentando al contempo la produttività dopo un periodo prolungato di tassi di crescita eccezionali e di capacità produttive massimizzate nel 2021. Per effetto di questi investimenti accelerati, il free cash flow  è stato di 3,8 miliardi di corone (circa 511 milioni di euro), rispetto ai 5,8 miliardi (circa 780 milioni di euro) dello stesso periodo dell'anno precedente. L'utile netto è rimasto solido a 6,2 miliardi di corone (834 milioni di euro), eguagliando l’ottimo risultato dello stesso periodo del 2021.

"Per la seconda metà del 2022, continuiamo a rilevare una forte domanda per i nostri prodotti”, ha aggiunto Christiansen. “A lungo termine ci aspettiamo che la crescita del fatturato si normalizzi a livelli più sostenibili. Continueremo inoltre a reinvestire nella nostra attività e ad accelerare iniziative come l'innovazione di prodotto, la digitalizzazione, la capacità produttiva, la rete di vendita al dettaglio e la sostenibilità, per mantenere lo slancio e garantire una crescita sostenibile nel lungo periodo”.

I set Lego che hanno venduto di più nel 202

Nei primi sei mesi del 2022, le vendite ai consumatori finali sono cresciute in tutti i mercati di riferimento, con performance particolarmente positive nelle Americhe, in Europa Occidentale e nell'Asia Pacifica. Un risultato forte anche di un portafoglio prodotti che è il più ampio mai realizzato e si rivolge ad appassionati di ogni età e interesse. I temi più apprezzati del primo semestre sono stati Lego Star Wars, Lego Technic, Lego Icons (ex Creator Expert), Lego City, Lego Harry Potter e Lego Friends.

Ad aprile, inoltre, il Gruppo di Billund ha annunciato una partnership a lungo termine con Epic Games (celebre publisher di videogame) che vedrà le due aziende unire le forze per creare esperienze digitali divertenti e sicure per i bambini nel metaverso e ispirate alle infinite possibilità offerte dal mattoncino Lego. 

Lego-Flagship-Store-Chengdu-China

Il Lego Flagship Store di Chengdu, uno dei 46 negozi appena inaugurati in Cina

Cresce la rete di negozi Lego, soprattutto in Cina

Nei primi sei mesi l'azienda ha ampliato la propria rete di negozi a livello mondiale, aprendo 66 nuovi Lego Store, 46 dei quali in Cina. Questo porta il numero di negozi a livello globale a 833. L'azienda ha inoltre rafforzato l’e-commerce sulle proprie piattaforme online e su quelle dei partner. A giugno, il Gruppo Lego ha aperto ufficialmente un Digital Hub a Copenaghen, mentre il team digital è cresciuto a livello mondiale di quasi il 40% nei primi sei mesi del 2022. Nell'arco di tre anni, la multinazionale si è impegnata a triplicare le dimensioni del team, portandolo a 1.800 persone a livello globale, rafforzando l'e-commerce, aggiornando l'infrastruttura digitale e guidando la trasformazione digitale dell’azienda. 

Sostenibilità in Lego Group

Il Gruppo Lego ha fatto progressi rispetto all'ambizione di produrre i propri imballaggi con materiali di provenienza sostenibile entro la fine del 2025. Nella seconda metà del 2022, ha iniziato a introdurre in Europa imballaggi a base di carta nelle scatole Lego. A giugno, l'azienda ha annunciato l'intenzione di aprire la sua seconda fabbrica a emissioni zero in Virginia, negli Stati Uniti, oltre a quella in Vietnam, annunciata alla fine dello scorso anno. Il fabbisogno energetico di entrambi i siti sarà coperto da energia proveniente da fonti rinnovabili in loco.

Sostenibilità-Lego

In attesa dei mattoncini Lego in plastica riciclata, su cui i team R&S sono al lavoro; la multinazionale danese ha iniziato a introdurre in Europa imballaggi a base di carta nelle scatole Lego