Ferrari: trimestre da record, stime 2022 in rialzo

Il 5 maggio 2022 Ferrari ha presentato la Ferrari SP48 Unica, ultima nata della serie one-off. La vettura entra a far parte del gruppo più esclusivo dell’intera produzione della Casa di Maranello, vale a dire quei modelli unici che vengono forgiati attorno alle richieste di un cliente e disegnati a partire dai suoi requisiti.

Continua la fase di forte crescita di Ferrari, che celebra il suo 75esimo anniversario con risultati trimestrali record in termini di ricavi, Ebitda ed Ebit. Nel secondo trimestre 2022 sono state 3.455 le vetture consegnate (ben 770 in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno), di cui il 17% ibride. Le vendite, trainate soprattutto dai modelli Portofino M e dalla famiglia F8, sono migliorate in tutte le aree geografiche: +4,5 nell’area Emea, +62,2% nelle Americhe, mentre Cina Continentale, Hong Kong e Taiwan sono più che raddoppiate (+115,7%) con il resto dell’area Apac in crescita del 21,4%. 

Ferrari: i numeri del 2022

I ricavi netti nel secondo trimestre sono aumentati del 24,9% a 1,291 miliardi, mentre l’Ebitda è cresciuto del 15% a 446 milioni e l’Ebit è salito del 18% a 323 milioni di euro. Complessivamente, il primo semestre 2022 si chiude con 6.706 vetture consegnate (+23%), ricavi pari a 2,477 miliardi di euro (+21%), Ebitda a 869 milioni (+14%), Ebit a 630 milioni (+17%) e utile netto in crescita del 19% e pari a 490 milioni di euro.

“La qualità dei primi sei mesi e la robustezza del nostro business ci permettono di rivedere al rialzo la guidance per il 2022 su tutte le metriche. Anche la presa ordini netta ha raggiunto un nuovo livello record nel trimestre”, ha dichiarato Benedetto Vigna, amministratore delegato di Ferrari. “Lo scorso trimestre resterà memorabile anche per i momenti unici vissuti nel corso delle celebrazioni del nostro 75° anniversario e durante le Cavalcade, che hanno innalzato a nuovi livelli le esperienze offerte ai nostri clienti per condividere la passione e lo spirito della Ferrari mentre continuiamo a spingerci oltre i nostri limiti”.

Ferrari spinge sull’elettrico

Scuderia-Ferrari-Fotovoltaico

Continua l’impegno della casa di Maranello sull’elettrico, che conferma l’impegno a svelare la prima supercar a zero emissioni nel 2025. “Stiamo continuamente avanzando nel nostro viaggio per l’elettrificazione”, ha aggiunto Vigna. “Ferrari è molto ben posizionata per affrontare la transizione tecnologica. L’elettrificazione rappresenta per noi una grande opportunità per rispondere alle esigenze dei clienti e per continuare a realizzare Ferrari uniche”.

Intanto il 25 luglio il gruppo ha annunciato l’installazione di un nuovo impianto fotovoltaico sui tetti degli stabilimenti di Maranello, che incrementa l’autoproduzione di energia riducendo le emissioni di CO2e. Si tratta, ha spiegato Ferrari, di un passo ulteriore verso la carbon neutrality  che l’azienda ha compiuto a fianco di Enel X. L’impianto sarà composto complessivamente da 3.800 pannelli solari e permetterà di risparmiare oltre 18.500 tonnellate di CO2e in 25 anni, pari a circa 740 tonnellate l’anno.