Il risultato è lo stesso, ma più economico e meno inquinante. Per soddisfare l’ultimo desiderio dell’ambientalista più incallito, arrivano anche in Italia le prime bare ecologiche per la cremazione: non più in legno verniciato che, bruciando, produce esalazioni inquinanti, ma casse di cartone a basso impatto ambientale. Oltre alle bare, che possono essere rivestite di cellulosa per un più realistico “effetto legno”, sono già pronte anche le urne biodegradabili. L’idea, già molto diffusa all’estero, è della veneziana Pagliarin, storica società di onoranze funebri che assicura anche un risparmio nei costi. L’unico problema? Preservare la cassa dalla pioggia il giorno della funzione.