San Marino premia i comportamenti green con token di utilità

San Marino ha deciso di puntare sulla sostenibilità. Infatti, ha appena lanciato il piano “San Marino Low carbon ecosystem”, che mira a sensibilizzare i cittadini in merito all’adozione di comportamenti virtuosi in grado di ridurre le emissioni di anidride carbonica. Il progetto, proposto dall’ente di certificazione internazionale Dnv Gl in collaborazione con il provider di soluzioni tecnologiche VeChain, prevede il ricorso a una piattaforma capace di incentivare uno stile di vita green attraverso l’utilizzo della blockchain e di un token di utilità. In pratica, un opportuno algoritmo valuterà le pratiche virtuose e sostenibili degli abitanti, come il risparmio idrico, la raccolta differenziata e la gestione dei rifiuti, e le premierà tramite il San Marino Innovation Token, che potrà poi essere utilizzato per usufruire di servizi sul territorio. “Daremo vita a un progetto che coinvolgerà direttamente i cittadini, premiandone i comportamenti virtuosi, rispondendo a esigenze chiare del sistema paese, quali la riduzione di emissioni di anidride carbonica, il risparmio idrico, la gestione dei rifiuti e il miglior utilizzo energetico. Abbiamo l’obiettivo ambizioso di diventare il primo paese a impatto zero” ha affermato Andrea Zafferani, segretario di Stato Segreteria di Stato per l’Industria, l’Artigianato e il Commercio, il Lavoro, la Cooperazione e le Telecomunicazioni della Repubblica di San Marino. Questo ecosistema low carbon rappresenta il primo esempio in tutto il mondo di incentivazione attraverso l’utilizzo della blockchain e di un token di utilità.