© Nasa/Sdo

Per la prima volta nella storia dell’umanità, la fusione nucleare diventa una meta realistica e, con essa, il mito di una energia pulita e inesauribile. La rivista Science ha infatti annunciato una “svolta” epocale in materia, e a imprimerla sono stati i ricercatori del Tri Alpha Energy: un progetto top secret, portato avanti con la massima riservatezza da una private company, a Los Angeles. Stando a quanto dichiarato dalla stessa compagnia durante un simposio in onore del fondatore Norman Rostoker, i ricercatori sono riusciti a costruire una macchina, ribattezzata C-2U, in grado di mantenere stabile a 10 milioni di gradi Celsius una massa combustibile da fusione, per ben 5 millisecondi. Una durata di gran lunga superiore a quella finora raggiunta dal resto dei colleghi mondiali (0,3 millisecondi) e che i ricercatori sono peraltro certi di poter incrementare.

L’ENERGIA DEL SOLE SULLA TERRA. Se così fosse, sarebbe possibile ricreare sulla Terra la fusione nucleare propria del Sole, garantendo energia pulita e illimitata. A tal scopo, il Tri Alpha Energy starebbe già lavorando a una nuova macchina, la C-2W, per arrivare a 3 miliardi di gradi Celsius, in modo da ottenere un combustibile migliore. “Il problema è riuscire a controllare e stabilizzare il gas caldo e loro sembrano esserci riusciti”, commenta Jaeyong Park, a capo della start up rivale Energy/Matter Conversion Corporation di San Diego. “Il prossimo problema è capire come poter confinare e limitare il calore nel gas. Voglio concedere loro il beneficio del dubbio”.