Consumi, il carrello della spesa degli italiani diventa green

©Pixabay

Gli italiani sono sempre più “green” anche in fatto di scelte a tavola. Infatti, sono almeno 20 i claim legati alla sostenibilità che compaiono sui prodotti alimentari presenti abitualmente nel carrello dei nostri connazionali. Lo ha rivelato l’Osservatorio Immagino Nielsen GS1 Italy, che ha analizzato le etichette dei prodotti venduti nei supermercati e negli ipermercati di tutta Italia. Complessivamente, il 18% dei beni presenti a scaffale, per il 19,4% del giro d’affari dei punti vendita, presenta sul packaging almeno una frase che ne esprime la sostenibilità. I claim fanno riferimento a quattro macro-aree tematiche. La prima è quella dell’agricoltura e degli allevamenti sostenibili, e comprende slogan come “100% naturale”, “filiera”, “senza antibiotici” o “biologico”. Ci sono poi i prodotti ottenuti con una gestione sostenibile delle risorse, che presentano frasi come “meno sprechi” o “ridotto impatto ambientale”, “meno plastica” o “senza fosfati”, oppure sono dotati di certificazioni ecologiche come Ecolabel o il Sustainable Cleaning. Il terzo gruppo è costituito dai prodotti realizzati nel rispetto dei valori della responsabilità sociale, che hanno ottenuto le varie certificazioni di questo settore (Fairtrade, UTZ e FSC Forest Stewardship Council). Infine, ci sono i prodotti realizzati nel rispetto degli animali, attestati da certificazioni come Friend of the sea o da claim come “cruelty free”.

Complessivamente, l’eco-carrello è composto da oltre 19 mila merci: in totale, nell’anno giugno 2018-giugno 2019, questi beni hanno sfiorato i 7 miliardi di euro di vendite, il 3,4% in più rispetto ai 12 mesi precedenti.