Melegatti: via libera del tribunale, la famiglia Spezzapria acquista l'azienda

La Melegatti è ufficialmente salva. Dopo il fallimento dichiarato lo scorso 29 maggio, le prospettive per l’azienda e i dipendenti non erano certo rosee. Ma poi è arrivata la svolta. Dieci giorni fa il manager vicentino DenisMoro aveva presentato un’offerta da 13,5 milioni di euro per rilevare il marchio e gli stabilimenti di San Giovanni Lupatoto e di San Martino Buon Albergo e ieri è arrivato il via libera del tribunale di Verona.

Moro ha agito per conto di Sominor Srl, una società della famiglia di imprenditori Spezzapria, che controlla Forgital Group, industria specializzata nella forgiatura dei metalli con sede a Seghe (Vicenza). La storica impresa veronese, fondata nel 1894 da Domenico Melegatti che brevettò il pandoro, dunque, passerà nelle mani della famiglia che fa capo a Roberto Spezzapria. “Da oggi lavoreremo per realizzare la squadra necessaria a rilanciare uno dei brand più importanti dell’alimentare italiano e per riaprire lo stabilimento produttivo. Finalmente recuperiamo uno dei marchi che ha reso grande la nostra terra e che ha contribuito alla convivialità delle famiglie italiane per oltre 120 anni” ha dichiarato Denis Moro.