Frida Giannini

Prevenire la violenza contro le donne, in particolare gli episodi che hanno come cornice quello che dovrebbe essere il luogo più sicuro per una donna, la propria casa. Kering ha deciso di scendere in campo contro la violenza domestica. Il gruppo francese del lusso ha sottoscritto la Carta dell’associazione italiana Donne in Rete contro la violenza, ovvero D.i.Re. Il progetto, che il gruppo francese attuerà partendo da Gucci, ha l’obiettivo di coinvolgere tutti i dipendenti di Kering in Italia. Si partirà individuando degli ambasciatori all’interno del gruppo che saranno formati per essere in grado, in caso si trovassero di fronte a una situazione di violenza domestica all’interno della loro cerchia personale o professionale, di invitare le persone che sono coinvolte a contattare i centri antiviolenza italiani associati a D.i.Re. Grazie al coinvolgimento di altri marchi del gruppo Kering, oltre a Gucci, la Carta sarà condivisa a livello nazionale, a più di 36 mila dipendenti. «Anche il solo insegnare come si possono aiutare le donne, amiche e colleghe in difficoltà è un passo importante nella sconfitta di un tabù», ha detto Frida Giannini, direttore creativo di Gucci.

La partnership in Italia segue quella costituita nel 2010 in Francia con la Fnsf-Fédération Nationale Solidarité Femmes.