Rei e Sia per oltre 1 milione di persone. Strumenti anti-povertà funzionano

Il Rei o reddito di inclusione, la misura introdotta dal governo precedente per aiutare le famiglie in difficoltà, sta avendo un grande successo. Nei primi sei mesi del 2018, infatti, hanno potuto beneficiare di questo strumento 267mila nuclei familiari, per un totale di 841mila persone. A dirlo i dati dell’Osservatorio statistico Inps sul reddito d’inclusione. I beneficiari sono concentrati soprattutto nelle regioni del sud Italia: nel dettaglio, il 70% dei Rei sono stati erogati nelle regioni meridionali, i cui residenti rappresentano il 73% dei soggetti raggiunti.

Estesa platea misure anti-povertà

Ai quasi 300mila Rei già assegnati si devono sommare i 44mila trattamenti Sia (erogati ad altrettante famiglie), il sostegno per l’inclusione attiva, lo strumento precedente, che non si sono ancora trasformati in Rei. Complessivamente, dunque, nel primo semestre 2018 sono state raggiunte dalle misure contro la povertà circa 311mila famiglie, con il coinvolgimento di oltre un milione di persone. Considerando che nelle stime preliminari si ipotizzava una platea di 600mila famiglie, possiamo dire di essere a buon punto. Fra l’altro, dall’1 luglio è stata estesa l’area dei possibili beneficiari.