© Getty Images

Nomine a tempo di record. Dopo l’azzeramento dei vertici in Ferrovie dello Stato, l’assemblea di Fs – tenuta dal ministero dell’Economia e delle Finanze, d’intesa con il dicastero delle Infrastrutture e dei Trasporti – ha deliberato le nomine del nuovo Consiglio di amministrazione, che passa da nove a sette membri. Per la prima volta nella storia del gruppo Fs, l’incarico di presidente va a una donna: Gioia Ghezzi. Il Cda, che resterà in carica nel triennio 2015-2017, sarà composto anche da Daniela Carosio, Giuliano Frosini, Simonetta Giordani, Federico Lovadina, Wanda Ternau e Renato Mazzoncini. Per quest’ultimo il ministero dell'Economia ha richiesto la nomina ad amministratore delegato “con ampie deleghe operative”. Queste nomine dovrebbero ora permettere di sbloccare, almeno secondo le intenzioni del governo, lo stallo che ha caratterizzato fino a oggi il lavoro sulla privatizzazione di Ferrovie dello Stato.

Gioia Ghezzi

CHI È GIOIA GHEZZI. Laureata in Economia aziendale alla London Business School e in Fisica teorica all'Università degli Studi di Milano, Gioia Ghezzi ha vinto la prima borsa di studio riservata alle donne del London Business School Executive Mba programme. Ghezzi, come riepiloga l’agenzia Adnkronos , lavora in Ibm, dal 1989 al 1995, come ingegnere di sistema al Centro di Ricerca del gruppo; successivamente presso l'Harcourt General - Academic Press, dal 1995 al 2001. In Aviva plc, da febbraio ad aprile 2007, riveste l'incarico di direttore strategico del gruppo Responsabile pianificazione, strategia e progetti per l'intero gruppo. E poi in McKinsey & Company, dal 2001 al 2012, come responsabile del settore Pratiche assicurative e sanitarie europee (European Insurance and Healthcare Practices) e responsabile della joint venture che ha sviluppato l'iniziativa Assicurazione Sanitaria Europea (European Health Insurance). Dal 2012 al 2013, in Willis Group Holdlngs Ghezzi è direttore operativo del gruppo e membro del Comitato operativo responsabile strategia, vendite e marketing. E, poi, nell'agosto 2013, assume l'incarico di direttore generale dell'International Group Risk Solutions del gruppo Zurich Assicurazioni, membro del consiglio di amministrazione della società Zurich Life lnsurance e presidente di Zurich Eurolife.