Villa Fratti a Sansepolcro (Arezzo), fino a pochi giorni fa sede di Casa Buitoni

Da Sansepolcro, in provincia di Arezzo, all'Ohio. È lì che d'ora in avanti si svolgerà l'attività di ricerca che da 25 anni si teneva a Casa Buitoni, il centro ricerche della storica industria alimentare italiana, che fino al 1 aprile scorso aveva sede nella storica Villa Fratti.
Se è ancora incerto il futuro della villa ottocentesca, la notizia della chiusura era già stata annunciata da tempo e i macchinari erano già stati trasferiti a Solon, in Ohio, da Nestlé, proprietaria del marchio. Sarà qui che d'ora in avanti verranno studiate le ricette di sughi e preparati Buitoni. Sul fronte occupazionale, la multinazionale ha raggiunto un accordo con i dipendenti che prevede per alcuni il trasferimento in Italia o all'estero e per altri la risoluzione consensuale.
La notizia, benché non giunga inaspettata, lascia comunque l'amaro in bocca e si va ad aggiungere ad altre procedure di "snellimento", già messe in atto da Nestlé. Di recente la multinazionale aveva già venduto i surgelati La Valle Degli Orti, Mare Fresco e Surgela, mentre nel dicembre scorso ha ceduto a Rana il pastificio di pasta fresca e sughi Buitoni situato a Moretta (Cuneo). E nel 2016 aveva già salutato i biscotti Ore Liete e le caramelle Rossana, oltre a costituire una joint venture separata per lo stabilimento di gelati di Parma, divenuto Froneri e che purtroppo ha annunciato la chiusura. Chi sarà il prossimo?