È morta Rosalia Mera Goynechea, miliardaria spagnola di 69 anni conosciuta anche come Lady Zara. La donna, co-fondatrice dell’impero tessile spagnolo Inditex assieme all’ex marito Amancio Ortega, è stata stroncata da un’emorragia cerebrale che l’ha colpita mentre terminava le vacanze a Minorca. La donna più ricca di Spagna è morta la scorsa settimana nell’ospedale de La Coruna, in Galizia, dove era stata trasferita d’urgenza dalle isole Baleari su un aereo ambulanza.
Originaria di La Coruna, come si riporta in un articolo de La Stampa , cominciò a lavorare come sarta a 11 anni e poi come disegnatrice di moda nella piccola impresa familiare fondata con l’ex marito nel 1975. Negli anni la spagnola Inditex è diventato il principale impero tessile europeo, del quale attualmente la Mera controllava il 6,99% del capitale. Con un modello produttivo che ha unito sin dall’inizio la realizzazione veloce e flessibile delle più importante tendenze fashion ai costi più che accessibili, Zara è diventato un marchio vincente nel mondo e oggi conta 1751 negozi nel mondo.
Nonostante la sua fortuna, stimata in 4,7 miliardi di euro, Rosalia Mera non aveva cambiato stile di vita né abitudini: filantropa e socialmente impegnata, si recava al lavoro in autobus e la si poteva incontrare spesso al cinema o a gustare un aperitivo in una delle “tabernas” del centro storico de La Coruna.
Rosalia Mera era l’unica spagnola presente nella classifica 2013 dei “paperoni” di Forbes, al 195esimo posto tra le persone più ricche al mondo e al 66esimo tra le donne più potenti.