Nuova squadra per Zlatan Ibrahimović: entra nel team di Mind the Gum

Da sinistra, Giorgio Pautrie, Zlatan Ibrahimović e Carlo Pautrie

Un testimonial di portata globale, che ha addirittura scelto di investire in una promettente start up italiana. Stiamo parlando di Zlatan Ibrahimović, stella indiscussa del calcio internazionale, che, dopo esserne stato fedele consumatore, entra nel capitale di Dante Medical Solutions, la start up che ha creato la gomma da masticare per la mente. Ibrahimović presterà il suo volto per la nuova strategia di marketing e comunicazione, veicolata attraverso il claim Success is a State of Mind .

Come nasce Mind the Gum

Giorgio Pautrie, Ceo e founder dell’azienda, ha creato Mind the Gum in seguito a un’esperienza personale dall’inizio non esattamente felice: nel 2010, dopo essere stato vittima di un grave incidente stradale che lo ha allontanato dagli studi per diverso tempo, Pautrie si è messo alla ricerca di integratori che lo aiutassero a mantenere la concentrazione e l’energia durante lo studio. Non trovando una soluzione che lo soddisfacesse, ha deciso di realizzarne uno nuovo con l’aiuto di farmacisti e scienziati, combinando 15 componenti attive in un chewing gum. Dopo essersi laureato in tempi record e con il massimo dei voti, il giovane ha deciso di rendere il prodotto commercializzabile e disponibile per tutti, colmando una lacuna del mercato.

Fin dal suo primo giorno di vita la società ha fatto dei grandi passi avanti in pochissimo tempo, raggiungendo tanti traguardi: già nel 2015, dopo aver presentato la propria idea per la creazione di una start up al concorso organizzato da Speed MI Up, l’incubatore di Università Bocconi, Camera di Commercio e Comune di Milano, l’azienda ha ricevuto un primo round di finanziamento di 100 mila euro, seguito da un secondo round di 500 mila euro nel 2018. Ora, dopo aver concluso un altro round da oltre un milione di euro, Mind the Gum si appresta a chiudere il 2019 con un fatturato pari a un milione di euro. Il business è solido e in piena crescita, e l’azienda è pronta per un ulteriore scale-up in termini sia finanziari sia dimensionali.