Cristina Scocchia (a.d. di Kiko), insignita della Legione d’Onore

Alla manager italiana Cristina Scocchia il titolo di Cavaliere della Legione d’Onore. L’attuale amministratore delegato di Kiko, già a.d. e presidente di L’Oréal Italia, ha ricevuto l’onorificenza nel corso di una cerimonia svoltasi mercoledì 26 giugno a Palazzo Farnese, sede dell’ambasciata transalpina a Roma.

A onorare Cristina Scocchia l’ambasciatore Christian Masset, che ha ricordato il “percorso straordinario” della donna, “sempre orientato verso il futuro”. L’ambasciatore ha evocato inoltre “l'eccellenza del suo impegno” alla guida, dal 2014 al 2017, del gruppo L’Oréal Italia. Modernizzare l’azienda attraverso l’introduzione dello smart working e l’evoluzione di un nuovo modello di leadership è stato uno degli obiettivi da lei raggiunti, portando l’azienda al successo.

+ L'INTERVISTA DI BUSINESS PEOPLE A CRISTINA SCOCCHIA +

Inoltre, come ricordato durante la cerimonia, Cristina Scocchia ha saputo sviluppare in azienda un’altra delle sue passioni: il volontariato, tramite corsi di formazione a favore di giovani provenienti da situazioni di disagio. Ha anche promosso il ruolo delle donne nel mondo del lavoro e della ricerca impegnandosi in prima linea nella valorizzazione del premio annuale L’Oréal Italia per le donne e la scienza  al fine di incentivare il loro accesso alla carriera scientifica. E non solo: durante il suo mandato la fabbrica L’Oréal di Settimo Torinese ha realizzato l’ambizioso progetto “emissioni zero”.

Il suo ruolo alla guida di L’Oréal Italia è quindi stato fondamentale: l’azienda è stata riconosciuta come “azienda modello”, dove Scocchia ha saputo imporre una visione di grande respiro e assicurare un successo alla Francia nel settore chimico-cosmetico, rafforzando la cooperazione con l’Italia. “Sono onorata ed emozionata”, ha commentato l’attuale a.d. di Kiko. “Ricevere la Legione d’Onore è un grande privilegio. Desidero ringraziare l’ambasciatore Christian Masset e con lui le autorità francesi per questo prestigioso riconoscimento che cercherò di onorare con impegno e orgoglio”.