Bill Gates, “Il mio errore più grande? Aver lasciato spazio a Google”

Anche i grandi sbagliano. Anzi, diversi hanno ammesso che, se sono arrivati a certi livelli, è stato anche grazie ai “granchi presi”. Ora anche Bill Gates ha deciso di confessare uno dei suoi errori più madornali. Quale? L’aver permesso a Google di lanciare indisturbato il suo sistema operativo Android. Il co-fondatore di Microsoft e filantropo, durante un forum all’Economic Club di Washington, ha spiegato che i vertici dell’azienda, lui in primis, erano troppo impegnati nella lunga battaglia contro l’antitrust Usa per accorgersi di quanto stava succedendo in casa della concorrenza. Il risultato è che il colosso dell’informatica si è lasciato sfuggire l’opportunità di fare il salto e passare al successivo livello di innovazione nel mercato dei sistemi operativi mobili. “Eravamo nel campo dei sistemi operativi per personal computer e sapevamo che i telefoni cellulari sarebbero diventati molto popolari, ci siamo distratti e non abbiamo messo le persone migliori al lavoro su quel settore” ha spiegato. Così il business delle piattaforme mobili è finito tutto nelle mani Apple e Google.

A quei tempi, il Ceo dell’azienda era Steve Ballmer. Ma Bill Gates era a capo di alcune aree di Microsoft e non scarica certo le sue responsabilità. “Questo è stato il singolo più grande errore che abbia fatto tra le cose che erano chiaramente alla nostra portata come azienda. Eravamo senza alcun tipo di dubbio l’azienda avrebbe dovuto essere al posto di Android e invece non lo siamo stati” ha spiegato ancora Gates.