Titanus, Stefano Bethlen nuovo direttore generale

Titanus s.p.a. ha nominato Stefano Bethlen nuovo direttore generale a partire dal prossimo 1 luglio. Fondata a Napoli nel 1904 da Gustavo Lombardo, poi condotta all’apice del successo dal figlio Goffredo fino agli anni 2000, ed ora nelle mani del nipote Guido Lombardo, Titanus è la più antica casa cinematografica italiana. La società ha sede a Roma, dove sono presenti anche gli studi di produzione cine-televisiva Titanus-Elios. La sua library conta oltre 370 titoli, tra cui Rocco e i suoi fratelli, La Ciociara, ll Gattopardo, Poveri ma belli, ancora, cult-horror di Dario Argento e il filone comedy-poliziesco che ha consacrato Bud Spencer. Ai successi italiani si aggiunge la distribuzione di importanti film stranieri come Apocalypse Now e C’era una volta in America.

Stefano Bethlen ha alle spalle una lunga e brillante carriera in The Walt Disney Company Italia, iniziata nel 2003 e terminata nel 2019, che lo ha visto ricoprire ruoli di sempre maggior successo, da Threatrical Business Manager per Italia, Turchia, Russia e Grecia, a Head of Theatrical Distribution and Marketing, fino a Chief Marketing Officer (quest’ultima carica dal 2016 al 2019). Negli ultimi due anni si è dedicato all’attività di consulente e produttore indipendente di film italiani, realizzando prodotti per il mercato europeo che arriveranno a breve sul grande schermo.

«La scelta di Stefano Bethlen, quale Direttore Generale della Titanus rappresenta un passo fondamentale per il futuro della nostra realtà», ha dichiarato Guido Lombardo, presidente della Titanus. «Abbiamo scelto Stefano in quanto manager con rapporti internazionali consolidati e in grado di interpretare in modo innovativo questo periodo di grande cambiamento per lo scenario dell’audiovisivo. Ci troviamo infatti in un’epoca in cui il mercato richiede un numero sempre crescente di contenuti e vogliamo rispondere in modo veloce e concreto».

Emozionato per il nuovo incarico Stefano Bethlen ha dichiarato: «Da professionista, ma soprattutto da italiano, sono davvero orgoglioso di entrare a far parte di questa società italiana così ricca di storia e fascino. Già molto apprezzata anche all’estero la Titanus dovrà essere sempre più riconosciuta nel mondo come una realtà italiana di grande successo nella produzione e distribuzione di film e serie televisive. Non vedo l’ora di mettermi al lavoro per definire la nuova strategia del gruppo e di cogliere tutte le opportunità all’orizzonte».