Maurizio Scanavino e Gianluca Ferrero al vertice della Juventus

Maurizio Scanavino

È Maurizio Scanavino il nuovo direttore generale della Juventus. Il manager, classe 1973, è stato nominato dal Consiglio di amministrazione, riunitosi in assemblea straordinaria, poco prima che lo stesso Cda si dimettesse in blocco in seguito nell’indagine Prisma, aperta dalla Procura di Torino con l'accusa di falso in bilancio, e le ultime contestazioni della Consob. Tra gli altri, lascia quindi l’incarico Andrea Agnelli, azionista e presidente della società per ben 12 anni; e il vicepresidente Pavel Nedved, mentre l'amministratore delegato Maurizio Arrivabene, inizialmente dimessosi, resterà in carica su richiesta dello stesso Consiglio.

Il Consiglio proseguirà la propria attività in regime di prorogatio  sino all’Assemblea dei soci che è stata convocata per il 18 gennaio 2023 per la nomina del nuovo Consiglio di amministrazione

Maurizio Scanavino: chi è il nuovo direttore generale della Juventus 

Maurizio Scanavino, ha conseguito la laurea in Ingegneria delle Telecomunicazioni al Politecnico di Torino e ha svolto la sua attività professionale in vari settori (consulenza, automotive ed editoriale) con esperienze in Italia e all’estero. Dopo gli inizi di carriera, prima in Accenture e in seguito nello sviluppo di servizi digitali e di e-commerce, è approdato nel 2004 nel Gruppo Fiat partecipando al rilancio della società guidata da Sergio Marchionne in qualità di direttore di Brand Promotion con responsabilità di marketing e comunicazione per i marchi Fiat, Alfa Romeo e Lancia. Nel 2007 è entrato nel settore editoriale del Gruppo come direttore dell’area digitale e marketing dell’editrice della Stampa, occupandosi in particolare dello sviluppo prodotto e del portafoglio digitale e diventando tre anni dopo direttore generale della concessionaria di pubblicità Publikompass. Nel 2013 passa al Secolo XIX  dove in qualità di amministratore delegato lavora alla fusione con La Stampa , operazione che porta alla nascita di ITEDI, di cui viene nominato direttore generale. Successivamente guida il processo di integrazione di ITEDI con il Gruppo Espresso, che porta alla costituzione del gruppo GEDI, uno dei principali gruppi editoriali europei. Attualmente ricopre la carica di amministratore delegato e direttore generale di GEDI Gruppo Editoriale, dove è impegnato a consolidare la posizione di leader italiano della trasformazione digitale nel settore editoriale, anche attraverso acquisizioni societarie e investimenti mirati. 

Gianluca Ferrero: chi è il prossimo presidente della Juventus 

Nella giornata di martedì 29 novembre, in seguito alla decisione del Cda della Juventus, il gruppo Exor (che controlla la società bianconera), ha indicato in Gianluca Ferrero il successore di Andrea Agnelli. Commercialista, revisore, sindaco e amministratore di varie società, Ferrero sarà verosimilmente eletto il prossimo 18 gennaio 2023, in occasione della prossima Assemblea del club. Come sottolineato in una nota di Exor, il prossimo presidente della Juventus possiede una solida esperienza e le competenze tecniche necessarie, oltre a una genuina passione per il club bianconero, che lo rendono la persona più adeguata a ricoprire l’incarico.

Ferrero, nato a Torino nel 1963, laureato in Economia e Commercio nel 1988, è presidente del collegio sindacale di Fincantieri, Luigi Lavazza, Biotronik Italia, Praxi Intellectual Property, P. Fiduciaria, Emilio Lavazza Sapa, Gedi Gruppo Editoriale, Nuo e Lifenet. Ricopre la carica di sindaco effettivo in Fenera Holding. È vicepresidente del Cda della Banca del Piemonte e componente del Cda di Italia Independent Group, di Lol srl e di Pygar srl.