Roberto Ghisellini, Giampaolo Scardone e Guido Corradi, Carimi

Da sinistra, Roberto Ghisellini, Giampaolo Scardone e Guido Corradi

L’Assemblea dei soci di Cassa di Risparmio di Rimini ha proceduto alla nomina del nuovo Consiglio di amministrazione e del nuovo Collegio sindacale. Il presidente è Guido Corradi, mentre diventa vice presidente Roberto Ghisellini, entrambi appartenenti alla lista presentata da Crédit Agricole Cariparma. Il direttore generale rimane Giampaolo Scardone.

Il profilo di Giampaolo Scardone - Dopo la laurea in Giurisprudenza, inizia una lunga carriera in Banca d’Italia, diventando responsabile dei controlli ispettivi presso i principali gruppi bancari nazionali, anche in collaborazione con le Autorità di vigilanza europee. È stato nominato nel 2013 vice direttore generale di Banca Carim, diventando direttore generale nel 2015.

Il profilo di Guido Corradi - Laureato in Economia e commercio all’Università di Torino, dal 1998 guida il processo di integrazione di Cariparma nel gruppo Intesa in qualità di direttore centrale. Nominato vice direttore generale di Cariparma nel 1999, ha ricoperto il ruolo di direttore generale della banca dal 2003. Dal 2007, in seguito all'integrazione con Crédit Agricole SA, ha ricoperto il ruolo di amministratore delegato di Crédit Agricole Cariparma fino al 2010. Nel 2008 è stato nominato vice presidente CA Vita SpA e nell’aprile 2012 ha assunto il ruolo di presidente di Ca Vita SpA. Dal 2014 è consigliere di CA Carispezia.

Il profilo di Roberto Ghisellini - Dopo la laurea in Scienze politiche fa il suo ingresso nel mondo bancario presso l’allora Credito Commerciale, realtà successivamente acquisita da Cariparma in cui ricopre ruoli di crescente responsabilità. Dal 2010 al 2015 è stato direttore generale di Carispezia. Nel 2015 diventa direttore generale di FriulAdria. Nel dicembre 2016 diviene anche vice direttore generale Retail di Crédit Agricole Cariparma. Riveste, altresì, la carica di consigliere di Crédit Agricole Group Solutions S.C.p.A., di Crédit Agricole Assicurazioni S.p.A. e di Crédit Agricole Vita.

Il nuovo Cda e il direttore generale, si comunica in una nota dell’istituto, avvieranno l’implementazione del Piano industriale, focalizzato al rilancio e alla crescita dei segmenti famiglie e imprese sul territorio.