Il settore dei trasporti è in crescita, specie per i voli low cost

Fra italiani e aerei l’amore è sempre più forte. Continua a crescere, infatti, la quota di nostri connazionali che sceglie l’aereo come mezzo di spostamento. La conferma arriva dal quinto rapporto annuale dell’autorità dei Trasporti, secondo cui lo scorso anno abbiamo raggiunto la cifra record di 175 milioni di passeggeri aerei: è il numero più alto di sempre. Basti pensare che nel 2009, questa “popolazione” non superava il tetto dei 131 milioni. Merito sicuramente di una maggiore fiducia degli italiani verso i voli in alta quota e dell’aumento dei viaggi su lunga distanza, ma soprattutto dell’offerta più competitiva delle compagnie aeree. In questi anni, infatti, sono cresciute tantissimo le low cost: nel 2017, erano superiori del 10% dei vettori tradizionali come quota di mercato (55% contro 45%). Anche sul traffico internazionale con base in Italia siamo quasi al sorpasso: le low cost hanno raggiunto il 49%, contro il 51% delle rivali più blasonate.

In crescita anche i trasporti su strada

I viaggi in alta quota, comunque, non sono gli unici in ripresa. Anche i volumi di traffico sulle autostrade a pedaggio sono in aumento: nel 2016, i veicoli leggeri, tipo le auto, erano oltre 63 miliardi per chilometro, mentre i veicoli pesanti, tipo i camion, erano sopra quota 18,5 miliardi. Altra buona notizia riguarda il numero di morti per incidenti, in netto calo: dai 625 del 2002, siamo arrivati ai 198 (per chilometro percorso) nel 2016.
La crescita del settore trasporti è indice di una ripresa economica generale.