Non solo il celebre pittore che tutti conoscono, ma anche un grande incisore grazie a una notevole perizia tecnica e a un uso inconsueto della luce. È questo il lato dell’artista olandese Rembrandt Harmenszoon van Rijn (1606-1669) che vuole evidenziare l’esposizione alle Scuderie del Castello Visconteo a Pavia. Il pubblico può ammirare 40 opere - tra quelle autografe di Rembrandt e alcuni fogli di bottega - gran parte delle quali esibite per la prima volta e tutte provenienti dalla Collezione Malaspina (Musei Civici di Pavia).
Presentate anche tre opere di Albrecht Dürer (1471-1528), per mostrare l’influenza del tedesco su Rembrandt e affiancare due artisti che, seppure distanti cronologicamente e tecnicamente, sono da considerarsi i più grandi maestri di tutti i tempi nella disciplina.

Rembrandt. Incidere la luce
Scuderie del Castello Visconteo, Pavia
Fino all’1 luglio

www.scuderiepavia.com