Michelangelo Pistoletto, La Venere degli Stracci

Il Louvre di Parigi ha scelto l’italiano Michelangelo Pistoletto per inaugurare il nuovo ciclo di mostre di artisti contemporanei che ospiterà a partire da questa primavera. Per l’artista biellese, co-fondatore dell’Arte Povera , una grande rassegna attraverso la quale le opere del nostro contemporaneo dialogheranno con i capolavori dell’antichità. La sua “Année 1, le Paradis sur Terre”, in programma dal 25 aprile al 2 settembre 2013, sarà infatti disseminata lungo le diverse sale e i dipartimenti del museo per dialogare con le collezioni permanenti, dall’antichità greca e romana ai capolavori dell’arte italiana del Rinascimento.

Un dialogo tra passato, presente e futuro: con il passato retrospettivo rappresentato dal patrimonio museale stesso, il presente dei visitatori catturato negli specchi, e il futuro reso dal simbolo dal Terzo Paradiso , iscritto addiirittura sulla facciata della piramide attraverso un’opera monumentale creata appositamente per il Louvre.

Emblematico il titolo scelto per la mostra, che racchiude l’idea e la visione del mondo del maestro Michelangelo Pistoletto nonchè la vocazione che l’arte dovrebbe assumere in questo 2013, concepito da Pistoletto come l’anno1, il punto di partenza per una riflessione sul passato che si conclude aprendo una nuova era di rinascita sociale e umana da taggiungere attraverso l’arte, la scienza, l’economia, la tecnologia e la politica..

Michelangelo Pistoletto
“Année 1 - Le Paradis sur Terre”
25 aprile 2013 - 2 settembre 2013 (opening 24 aprile 2013)
Musée du Louvre, Parigi Sala della Maquette, Dipartimento dei Dipinti, Dipartimento di Antichità orientali,
Dipartimento di Antichità greche, etrusche e romane e Giardino delle Tuleries

Curatori: Marie-Laure Bernadac, Marcella Lista, Pauline Guélaud