È un testa a testa tra Daniele Vicari e Giuseppe Tornatore quello protagonista dei David di Donatello edizione 2013. Diaz e La migliore offerta (considerando anche la categoria David giovani) hanno ricevuto infatti 13 nomination ciascuno sulle 21 categorie previste dal premio. L’annuncio è stato dato nella mattinata di venerdì 10 maggio a Roma dal presidente dell’Accademia del cinema italiano, Gian Luigi Rondi.
Questi gli altri film più nominati: Viva la libertà (12 nomination), Educazione siberiana e Reality (11 entrambi), Io e te (6), Viaggio sola (5). I film nominati sono stati annunciati sulla base delle votazioni effettuate dai 1.804 componenti della giuria dell’Accademia che hanno espresso i loro giudizi tra il 27 aprile e il 3 maggio scorsi.
Una delle due grosse novità del premio per il 2013 è proprio legata alla divisione dei votanti per categorie: un primo gruppo, formato dalle professionalità del cinema, ha votato per tutte categorie mentre un secondo gruppo, formato da varie personalità della cultura e dello spettacolo compresi giornalisti e critici (ne fa parte anche Rondi), ha votato solo per le categorie principali. Una divisione che ha portato qualcuno a pensare che l’Accademia abbia voluto creare membri di serie A e B. Dubbio fugato dal presidente in conferenza: «Era un modo per far esprimere con maggiore precisione le candidature delle categorie tecniche, non c’era nessun intento discriminatorio, altrimenti anche io mi considererei di serie inferiore, mentre sono soddisfatto di questa scelta del consiglio direttivo». Per vedere quali di queste nomination si tramuteranno in statuette effettive bisognerà aspettare il 14 giugno prossimo, data scelta per la cerimonia cui sono state apportate modifiche sostanziali: non più l’Auditorium di Via della Conciliazione a fare da cornice, né Tullio Solenghi a condurre. Quest’anno la sede saranno gli studi Rai della Dear di Roma mentre a fare gli onori di casa saranno Lillo & Greg, duo comico sempre più vicino al mondo cinematografico.